Piccoli crimini coniugali: Michele Placido in scena a Massafra

Massafra
il 17 gennaio 2018 alle ore 14:35

Il palco sarà quello del Teatro Spadaro

Piccoli crimini coniugali: Michele Placido in scena a Massafra
n.c. © n.c.

Per il suo terzo appuntamento con la stagione teatrale, lo Spadaro (il teatro in piazza dei Martiri, 10) presenta al pubblico la commedia “Piccoli crimini coniugali” di Eric-Emmanuel Schmitt, diretta e adattata da Michele Placido, sul palco affiancato dall’attrice Anna Bonaiuto.
L’appuntamento è fissato per mercoledì, 17 gennaio, alle 21.
La trama a “due voci” ruota intorno a Gilles e Lisa, una coppia come tante la cui vita matrimoniale si consuma fra tradimenti e slittamenti del cuore.
Dopo quindici anni di convivenza, i due coniugi vivono un ménage familiare che è solo apparentemente tranquillo: lui, scrittore di gialli, in realtà non è un grande fautore della vita a due; lei, moglie fedele, è invece molto innamorata e timorosa di perdere il marito.
Un piccolo incidente domestico, in cui Gilles, pur mantenendo intatte le proprie facoltà intellettuali, perde completamente la memoria, diventa la causa scatenante di un sottile e distruttivo gioco al massacro. Il lavoro scorre velocemente tra battute ironiche a volte amorevoli, a volte feroci.
Tra Gilles e Lisa lo scontro che si genera nasce da una grande passione inespressa che cerca un modo per sfogarsi.
Éric-Emmanuel Schmitt è autore di romanzi, racconti e testi teatrali di successo, proprio come “Piccoli crimini coniugali” che continua ad essere rappresentato sia sulla scena che sullo schermo e dopo la riuscita dell’edizione del 2005 è ora interpretato da Placido.
Durante la sua lunga e fortunata carriera, il regista ha vinto l’Orso d’argento per il miglior attore al Festival di Berlino per “Ernesto” di Salvatore Samperi, oltre a quattro David di Donatello, al premio “Città dei Cavalieri di Malta” nel 2008.
Nel 2009, inoltre, gli è stato conferito il premio “Federico Fellini 8 1/2” per l’eccellenza artistica al Bif&st di Bari e, nel 2011, il premio per i 40 anni di carriera dal “Foggia Film Festival”.
Un David di Donatello è stato consegnato anche ad Anna Bonaiuto, premiata come migliore attrice protagonista per il film “L’amore molesto”. Numerosi i riconoscimenti anche dalla critica teatrale tra i quali spicca il Premio Ubu nel 2003 come migliore attrice italiana per l’interpretazione di Donna Rosa Priore in “Sabato, domenica e lunedì” di Eduardo De Filippo con la regia di Toni Servillo.

Altri Eventi
Al cinemaVedi tutti