Torna "Cinzella Festival" tra musica e cinema

Grottaglie
dal 1 agosto 2018 al 19 agosto 2018 alle ore 14:05

Saranno le Cave di fantiano ad ospitare l'evento

Torna "Cinzella Festival" tra musica e cinema
n.c. © n.c.

Saranno le Cave di Fantiano, a Grottaglie, ad ospitare la 2a edizione del “Cinzella Festival”, in programma ad agosto, dal 16 al 19.
Intanto sono già trapelati i primi nomi degli artisti che l’associazione culturale organizzatrice dell’evento, “AFO6- Convertitori di idee”, farà approdare sul palco grottagliese per un cartellone fitto di eventi ed iniziative. Si tratta di Frah Quintale, atteso il 16 agosto per l’unica tappa pugliese del suo tour: il rapper porterà con sé l’universo indie rap che l’ha consacrato come una delle grandi rivelazioni della nuova scena musicale italiana. Un pop fresco che passa attraverso l’urban e il cantautorato, originale sia nello stile che nei testi.
Le sue parole arrivano dirette come missili e non nascondono la parte più intima di Frah.
Il 17 agosto, invece, sarà la volta di Peter Murphy: unica data italiana per l’ex cantante dei Bauhaus che celebra i 40 anni del gruppo goth rock insieme a David J, il bassista della band britannica, in un concerto celebrativo da non perdere.
Il Cinzella, però, non è solo musica, ma anche cinema: il fortunato binomio ha fatti sì che, lo scorso anno, la manifestazione diventasse un autentico polo di attrazione sia artistica, che culturale
Così come nella prima edizione, anche in questa il festival punterà fortemente sulla qualità dei servizi, con aree food gestite dai migliori marchi della provincia, una fornitissima area vegan e mercatini di artigianato provenienti da tutta Italia.
Il “Cinzella Festival”, lo ricordiamo, deve il suo nome ad una figura molto nota alla cultura popolare tarantina: Cinzella, infatti, è stata una celebre “accompagnatrice” di uomini e di adolescenti. Una donna così speciale da rimanere impressa nella memoria collettiva.
Leggenda narra che alla donna sia stata anche intitolata una statua venerata da residenti e turisti che spesso l’hanno scambiata per un’icona religiosa.
Il logo del festival è la pecora, un tributo un fatto di cronaca legato alla prima culla del Festival, Taranto, divenuto simbolo dell’inquinamento dopo che, tra il 2008 e il 2010, sono stati abbattuti 600 ovini contaminati dalla diossina.
Proprio lì, nel 2017, è nato il Cinzella Festival, in una splendida masseria persa in una valle di ulivi e diventata la speranza di una rinascita, di una “ventata” di cambiamento per la città e per l’intera provincia. A breve saranno resi noti i nomi degli altri artisti ospiti dell’evento.