Il fatto

Caccia a un pedofilo. Ha tentato di adescare ragazzino

L’inquietante episodio è avvenuto nella stessa zona in cui domenica sera è stata segnalata l’aggressione ad una studentessa di ventidue anni

Cronaca
Taranto venerdì 09 gennaio 2015
di La Redazione
Una Gazzella dei carabinieri © Tbs

MANDURIA - Dopo la tentata violenza sessuale ai danni di una ventiduenne manduriana, un altro episodio di adescamento di un minorenne sarebbe avvenuto domenica sera in piazza Giovanni XXIII.

La vittima questa volta un sedicenne manduriano avvicinato da un presunto pedofilo. Il ragazzo che era stato attratto da un cane di razza Pinscher che l’uomo portava al guinzaglio, quando ha capito le intenzioni si è allontanato di corsa.

Secondo il racconto del minorenne, l’uomo, dall’apparente età di 40, 50 anni, avendo notato l’interesse del ragazzo per il suo cane, lo ha invitato ad accarezzarlo. In un italiano perfetto il presunto pedofilo dopo una normale discussione riguardante gli animali, gli ha chiesto se avesse mai fatto del sesso e soprattutto se lo avesse fatto con un uomo. Impaurito  il minorenne ha interrotto la conversazione e si è allontanato. E’ avvenuto tutto nel pomeriggio di domenica. Poche ore dopo, nella stessa zona  si è consumata la tentata violenza ai danni di una universitaria ventiduenne che è riuscita a sfuggire al suo aggressore rifugiandosi in casa.

I due casi potrebbero non essere collegati anche se sono accaduti nella stessa zona e nello stesso giorno. Non è comunque escluso che si possa trattare della stessa persona che si aggira nella cittadina messapica per il momento indisturbata, molestando giovani donne e minorenni.

Sul primo caso stanno indagando i carabinieri della locale Compagnia che hanno acquisito le immagini della telecamera di sorveglianza di un esercizio commerciale. La giovane che si trovava a pochi metri dall’abitazione dove vive con i genitori, è riuscita a divincolarsi rifugiandosi in casa. 

La malcapitata ha raccontato l’accaduto ai suoi familiari i quali hanno chiamato le forze dell’ordine. L’episodio è avvenuto intorno alle 20.30 in una strada poco trafficata del centro cittadino di Manduria ma sorvegliata da alcune telecamere di abitazioni private e di negozi Una di queste, come detto  ha registrato alcune scene dell’aggressione. Le immagini, poco chiare, riprendono il momento in cui la ragazza si allontana mentre un uomo in tutta  fretta  abbandona la scena.

Le riprese precedenti mostrano la stessa figura mentre percorre più volte quel tratto di strada, sempre a piedi, come se aspettasse la sua preda. La giovane  non ricorda i tratti somatici del presunto aggressore,  vestito con una tuta  di colore grigio, di quelle con cappuccio che però non indossava.

Lascia il tuo commento
Le più commentate
Le più lette