Il fatto

Caos in via Salinella: case occupate da decine di famiglie

Presi d’assalto gli ex uffici comunali

Cronaca
Taranto sabato 18 marzo 2017
di La Redazione
Caos in via Salinella
Caos in via Salinella © Tbs

Giovedì mattina la protesta contro il (presunto) arrivo dei migranti; in serata l’occupazione dello stabile da parte di una quarantina di tarantini.

Anche venerdì via Plinio era presidiata dalle Volanti della Polizia di Stato. Infatti, le insistenti voci che parlavano di un imminente arrivo di centinaia di migranti, ospiti di un centro di accoglienza, in uno stabile privato di via Plinio (un tempo sede degli uffici comunali) aveva spinto decine di residenti della zona Bestat a scendere in strada per protestare. Ieri sera, poi, lo stesso palazzo è stato occupato da alcuni nuclei famigliari che si troverebbero in difficoltà economica.

Per accedere ai locali sarebbero state forzate le saracinesche che si trovano in via Salinella. Episodi che, secondo le informazioni raccolte in mattinata, non sarebbero legati tra loro ma che, in ogni caso, sono sintomo del clima di crescente allarme sia dal punto di vista della convivenza tra migranti ed una parte di tarantini ma anche dell’emergenza sociale e abitativa. Ieri, ad esacerbare gli animi di alcuni residenti della zona, i lavori di pulizia effettuati da un gruppo di migranti all’interno della struttura che, sempre stando al “passaparola”, dovrebbe ospitare a breve un centro di accoglienza.

Sul posto, per placare la protesta, sono dovuti intervenire le Volanti e gli agenti della Digos. «Tra i residenti e gli operatori commerciali della Bestat circola con insistenza la voce dell’imminente arrivo di centinaia di migranti che dovrebbero essere sistemati in via Plinio negli immobili ex sede degli uffici comunali - ha spiegato Giampaolo Vietri, consigliere comunale di Forza Italia. Tali voci sono rafforzate dalla presenza di alcuni immigrati all’interno del comprensorio che li dovrebbe ospitare, che stanno effetuando interventi di manutenzione. Una soluzione che, se dovesse trovare conferma, renderebbe l’intera zona un vero ghetto visto che, la stessa, scarsamente illuminata, è già luogo di ripetuti atti vandalici perpetrati sull’arredo urbano e sulle autovetture in sosta».

Quindi l’appello alla prefettura. «E’ necessario che i cittadini abbiano comunicazioni ufficiali e queste non possone che essere fornite dalla Prefettura per una conferma o smentita di tali voci che oramai sono di dominio pubblico nel quartiere e stanno creando ansia tra i cittadini residenti della zona; nell’ipotesi che tali voci risultino confermate - conclude il consigliere “azzurro” - è necessario che la stessa Prefettura analizzi attentamente la situazione che potrebbe determinarsi sull’area della Bestat». Per Mimmo Lardiello, responsabile regionale Giovani Forza Italia, si tratta «di un film già visto, se si pensa che pochi mesi fa trenta migranti sono stati sistemati in un palazzo della centralissima via Acclavio, violando il regolamento condominiale».

Sugli episodi riguardanti la protesta anti-immigrati e l’occupazione dello stabile che un tempo ospitava gli uffici comunali, si registra l’intervento di Alfonso Alfano, candidato sindaco alle prossime elezioni amministrative. «Questa emergenza sociale è sintomatica del modo di vivere della povera gente di Taranto che, bisognosa di alloggi ed esasperata dagli ultimi fatti riguardanti il paventato centro di accoglienza immigrati, in maniera illegale ha occcupato l’immobile degli ex-Uffici comunali di via Plinio, ripercorrendo le precedenti occupazioni abusive avvenute in passato sia in via Plinio che in altre parti della città di Taranto».

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Cazzato Marco ha scritto il 24 marzo 2017 alle 18:41 :

    Buonasera ma il comune non può sistemarle quei appartamenti e li assegna a persone disagiate ? è si pensa prima agli stranieri è gli italiani dorme x strada poi non è parliamo x fare dei lavori alle case comunali le stanno facendo cadere a pezzi senza manutenzioni da almeno 20 anni in corso Italia se ne fregano di tutti. Rispondi a Cazzato Marco

Le più commentate
Le più lette