Il giallo

Bracciante morta in casa. Non si esclude l’omicidio

I carabinieri hanno trovato la vetrata della porta d’ingresso infranta

Cronaca
Taranto domenica 16 luglio 2017
di La Redazione
La Caserma dei Carabinieri di Massafra
La Caserma dei Carabinieri di Massafra © Tbs

MASSAFRA - Potrebbe trattarsi di un caso di omicidio. La 46enne rumena trovata cadavere nella sua abitazione di via Puccini potrebbe essere stata uccisa. E’ l’ipotesi sui cui stanno lavorando i carabinieri della Compagnia di Massafra e del Nucleo investigativo di Taranto. Gli investigatori durante un sopralluogo hanno trovato la vetrata della porta d’ingresso infranta. Segno che qualcuno potrebbe essere entrato nell’abitazione e infierito sulla malcapitata. Durante una prima ispezione cadaverica eseguita dal medico legale però è stato difficile accertare le cause in quanto il corpo è in avanzato stato di decomposizione. L’autopsia, che sarà eseguita nelle prossime ore, sarà comunque fondamentale per stabilire se si sia trattato di una morte violenta o di un decesso dovuto a cause naturali. L’allarme è stato lanciato ieri all’ora di pranzo. I vicini della 46enne dopo aver sentito cattivo odore provenire dall’appartamento hanno chiamato i carabinieri. I sospetti erano fondati. I militari hanno rinvenuto il corpo privo di vita della bracciante agricola di origine rumena, da tempo residente a Massafra.
Il cadavere, a causa delle alte temperature, era in stato di avanzata decomposizione. Sul posto è intervenuta per i rilievi anche la Sezione Investigativa della Scientifica di Taranto. La morte potrebbe essere avvenuta qualche giorno prima. Gli investigatori stanno ascoltando le persone che conoscevano la bracciante agricola.

Lascia il tuo commento
commenti
Le più commentate
Le più lette