Rito abbreviato

Omiciido Axo, i Bruno condannati a 20 anni

La sentenza emessa nella tarda mattinata di ieri

Cronaca
Taranto martedì 18 luglio 2017
di La Redazione
Il luogo dell'omicidio Axo © Tbs

TARANTO - Omicidio Axo, condannati a 20 anni i fratelli Antonio e Francesco Bruno, ritenuti gli autori dell’omicidio avvenuto nel febbraio del 2016, alla Salinella.
Nel corso del processo, che è stato celebrato con il rito abbreviato, il difensore dei fratelli Bruno, l’avvocato Maria Letizia Serra aveva chiesto la derubricazione in omicidio preterintenzionale per Antonio, che è ritenuto l’autore materiale e l’assoluzione per Francesco, il quale, secondo la difesa non avrebbe avuto un ruolo nel delitto.
Nella tarda mattinata di oggi il verdetto del gup Pompeo Carriere. Vent’anni di recliusone per entrambi. Antonio e Francesco Bruno dopo l’omicidio vennero arrestati dalla polizia in un cantiere edile nella zona di Taranto 2.
Axo sarebbe stato ucciso per vendetta dopo un litigio avvenuto con i fratelli Bruno alcuni giorni prima dell’omicidio.
Una lite furibonda, alla quale sarebbe da far risalire la frattura del setto nasale e dello zigomo riportate da uno dei fratelli.
Nel rione Salinella una vera e propria esecuzione, con una mitraglietta Skorpion, in grado di sparare a raffica dai 15 ai 20 colpi, che è stata fatta poi ritrovare in un cespuglio nei pressi di un cavalcavia in via Ancona.
I familiari della vittima si sono costituiti parte civile tramite gli avvocati Egidio Albanese e Raffaella Cavalchini.
Hanno chiesto un risarcimento di circa un milione di euro.

Lascia il tuo commento
Le più commentate
Le più lette