Interventi dei vigili del fuoco per liberare auto con bimbi a bordo

Città sott'acqua: disagi e paura

L'Amiu ha pulito i tombini

Cronaca
Taranto giovedì 12 ottobre 2017
di La Redazione
Strade allagate
Strade allagate © n.c.

TARANTO- Città sott’acqua: numerosi interventi di Vigili del fuoco e di Polizia Locale.
L’abbondante pioggia ha creato non pochi disagi. Numerose le macchine rimaste in panne a causa dell’acqua alta. Diversi gli interventi dei pompieri i quali hanno dovuto liberare macchine semi-sommerse dall’acqua e all’interno del quali c’erano anche bambini. Disagi soprattutto in corso Italia, viale Magna Grecia, via Cugini, via Ancona e nei quartieri periferici di Talsano, Lama
e San Vito. Sono intervenute squadre dell’Amiu per ripulire i tombini. Il sottopasso di via Ancona è rimasto chiuso per qualche ora, poi è stato riaperto. Sono rimasti sempre aperti, invece, i sottopassi della Bestat e di viale Magna Grecia.
“Dopo l’abbondante pioggia di questa notte, stiamo presidiando i luoghi più sensibili a rischio di allagamento, effettuando deviazioni del traffico, laddove occorra- si legge in una nota della Polizia Locale- il nostro Comando sta attuando specifici servizi di monitoraggio territoriale soprattutto nelle strade cittadine che presentano maggiore criticità.
Dopo tale attività, in considerazione di ogni possibile evoluzione della situazione meteorologica, si adotteranno ulteriori specifici provvedimenti che vanno nella direzione della tutela e della salvaguardia dell’incolumità pubblica- prosegue la nota della Municipale-dalla centrale operativa della Polizia Locale, attraverso le telecamere si sta monitorando la situazione in città. Riguardo ai sottopassi la situazione è sotto controllo e a seguito delle rilevazioni dei sensori, il sottopasso di via Ancona è stato chiuso e il traffico deviato (e dopo qualche ora, riaperto ndr.) mentre al momento è ancora percorribile il sottopasso di via Dante. Si coglie l’occasione per ricordare buone pratiche: non bisogna transitare in sottovie e sottopassi cittadini e in piani bassi o seminterrati a rischio allagamento”.

Lascia il tuo commento
commenti
Le più commentate
Le più lette