L'accordo

Patto per i giardini delle ville storiche

L'intesa tra Marina e Wwf per valorizzare l'area a verde dell'ospedale militare

Cronaca
Taranto venerdì 13 ottobre 2017
di La Redazione
Un momento della sottoscrizione dell'accordo
Un momento della sottoscrizione dell'accordo © n.c.
Un accordo per la valorizzazione del giardino dell’ospedale militare di Taranto. Continua la collaborazione tra la Marina Militare e il Wwf Italia con un accordo esecutivo anche a Taranto, per la valorizzazione dei giardini del Centro ospedaliero militare, un luogo di alto valore storico e paesaggistico della città, che conserva i resti dei giardini delle ville Giovinazzi, Catapano e di monsignor Giuseppe Capecelatro, grande intellettuale tarantino del XVIII secolo.

E’ famosa ed indicativa l’iscrizione posta all’ingresso del giardino che introduce al viale centrale: - “Se qui Adamo avesse nuovamente peccato, forse Dio avrebbe fatto finta di niente” – proprio a sottolineare la magnificenza del luogo che è stato scelto proprio come palcoscenico naturale del tavolo di firma dell’accordo siglato il 12 settembre scorso dal direttore del Centro Ospedaliero Militare e dal presidente provinciale del Wwf Italia.
L’accordo è volto ad instaurare un rapporto di collaborazione per promuovere l’uso sostenibile delle risorse naturali, tutelando l’ambiente e valorizzando i giardini dell’ospedale militare quale strumento per l’educazione ambientale che da sempre rappresenta, oltre il mare, un valore importante per il Wwf e per la Marina Militare.
Oggetto dell’accordo, che il Wwf ha sinergicamente fidelizzato, è la realizzazione del progetto “Adottiamo un giardino: diagnosi, prognosi e cura per valorizzare il nostro giardino in un percorso culturale e scientifico green” proposto dall’Ufficio Relazioni con il Pubblico dello stesso Ente, nell’ottica di coniugare l’obbligo contrattuale di realizzare progetti finalizzati al miglioramento dei servizi, alla valorizzazione dell’Ente ed alla performance individuale con la straordinaria passione e dedizione di alcuni dipendenti a curarlo e manutenerlo, considerati anche i successi di pubblico ottenuti nelle giornate di apertura.
A suggellare l’importanza dell’evento la presenza del prof. Nicolò Carnimeo, delegato nazionale del Wwf Italia in Puglia, che ha portato il saluto della presidente nazionale Wwf dott.ssa Donatella Bianchi.
Il prof. Carnimeo, nell’occasione, ha anticipato la possibilità dell’inserimento del giardino ospedaliero nel circuito dei parchi urbani del Wwf già a partire dall’evento nazionale “Urban Nature”, in calendario il prossimo 15 ottobre e sempre in linea con l’accordo appena sottoscritto.

Lascia il tuo commento
commenti
Le più commentate
Le più lette