La cerimonia

Ecco il “nuovo” Ospedale Vecchio

Il taglio del nastro al Dipartimento di Salute mentale dell’Asl

Cronaca
Taranto giovedì 07 dicembre 2017
di La Redazione
Inaugurato l'Ospedale Vecchio
Inaugurato l'Ospedale Vecchio © Renato Ingenito

«L’accorpamento di tutti in servizi in un unico luogo e il recupero architettonico dell’ex convento del Santissimo Crocifisso, realizzato con il sacrificio di tutti i pugliesi, stanno donando a Taranto probabilmente il più bel centro di salute mentale d’Italia, ed evidentemente la bellezza fa bene alla cura e alla terapia».

Si è tenuta ieri mattina, mercoledì 6 dicembre, l’inaugurazione del nuovo Dipartimento di Salute Mentale della Asl nell’Ospedale Vecchio di via Ss. Annunziata. Al taglio del nastro erano presenti il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, il sindaco Rinaldo Melucci, l’arcivescovo mons. Filippo Santoro, il direttore Generale Asl Taranto, Stefano Rossi, il direttore del Dipartimento di Salute Mentale, Dr.ssa Maria Nacci, e l’Architetto Augusto Ressa della Soprintendenza ai Beni Culturali.

«Potrebbe essere la struttura di un grande albergo oppure di una grande azienda - ha dichiarato il Governatore pugliese - invece è una struttura della Regione Puglia dedicata alla cura dei cittadini di Taranto, alla cura del disagio mentale e di tutte quelle situazioni piccole e grandi che rendono la vita un po’ complicata». Nel corso della cerimonia di inaugurazione le autorità civili e religiose della città hanno effettuato una visita tra gli spazi ristrutturati in compagnia del teatro e della danza con attori della compagnia Teatro del Mare di Maria Elena Leone, in collaborazione con i Centri Diurni “Franco Basaglia” e “Maria D’Enghien”, una visita delle mostre documentali e fotografiche in compagnia dei ragazzi degli Istituti Superiori di Taranto, l’esposizione della storia dell’antico Convento dei Carmelitani Scalzi, e uno spazio teatro per i più piccoli con la rappresentazione del teatro Crest “Il Paese del Bellosguardo” di Giovanni Guarino, e a seguire laboratorio di musica e arteterapia con la partecipazione dei bambini.

L’Ospedale Vecchio ha una lunga storia (risale al XIV secolo), ed è stato restaurato negli anni scorsi grazie a fondi Fesr.

Lascia il tuo commento
commenti
Le più commentate
Le più lette