Il futuro del siderurgico

​«Dpcm, no al ritiro del ricorso al Tar»​

Il caso della vendita Ilva

Cronaca
Taranto martedì 15 maggio 2018
di La Redazione
Una veduta dello stabilimento Ilva di Taranto
Una veduta dello stabilimento Ilva di Taranto © n.c.

“Ribadiamo la necessità di avere un territorio tarantino unito sindacalmente e politicamente che possa essere da supporto a chi svolge questa difficile trattativa sui tavoli ministeriali. Abbiamo un’ultima opportunità di sistemare un passato indecente ed un presente disastroso, unendoci potremo solo portare al territorio la miglior soluzione possibile a tutela di tutto quello che questa città ed i lavoratori, meritano”.

Così l’Ugl di Taranto in una nota. Intanto, se il consigliere regionale Perrini si dice pronto a “manifestare con i lavoratori”, Vincenzo Fornaro scrive al sindaco: “la invito e nel contempo la diffido affinché non ritiri il ricorso al Tar sul Dpcm, e accompagni invece questo territorio sulla giusta via di un lavoro dignitoso, rispettoso del diritto irrinunciabile alla salute e libero da ricatti, dando il doveroso ascolto alle giuste richieste della sua popolazione”.

Lascia il tuo commento
commenti