Il fatto

​Un giovane scavalca la recinzione e tenta di lanciarsi nel vuoto. Bloccato dai passanti

Ancora un tentativo di suicidio sul Lungomare

Cronaca
Taranto mercoledì 11 luglio 2018
di La Redazione
Tentativo di suicidio sul Lungomare
Tentativo di suicidio sul Lungomare © Francesco Manfuso

Secondo tentativo di suicidio, in pochi giorni, sul Lungomare.

Stamattina un giovane dopo aver scavalcato la recinzione ha minacciato di lanciarsi nel vuoto ma è stato bloccato da alcuni passanti. E’ stato dato l’allarme e sul posto sono arrivati i soccorritori del 118 e i poliziotti della Squadra Volante. Dai primi accertamenti è emerso che il giovane già altre volte avrebbe minacciato il suicidio.

Domenica scorsa un’altra persona aveva tentato il suicidio sul Lungonare ed era stata salvata dalla Polizia di Stato. Nel pomeriggio era giunta alla sala operativa della questura la segnalazione di una donna allarmata da un messaggio inviato dal marito su WhatsApp che salutando lei e i bambini le comunicava di volersi togliere la vita. Gli agenti erano riusciti ad individuare l’auto del giovane, parcheggiata sul lungomare.

Dopo una segnalazione fatta da alcune persone che avevano notato un giovane nei pressi del monumento del Marinaio, seduto al di là della ringhiera con atteggiamenti suicidi, i poliziotti erano piombati sul posto. Lo avevano cinturato trattenendolo attraverso la recinzione evitando così che quest’ultimo riuscisse a saltare nel vuoto. L’operazione di salvataggio non era stata semplice, visto il continuo dimenarsi del giovane che, probabilmente avendo avuto consapevolezza di non riuscire più nel suo intento, ha cercato sempre con più forza ed insistenza di divincolarsi dalla presa dei poliziotti.

Lascia il tuo commento
commenti