Commissione Ambiente

​Un parco nazionale per Isole Cheradi e Mar Piccolo​

Vianello del M5S: Aree protette, turismo green e... cozze

Cronaca
Taranto giovedì 09 agosto 2018
di La Redazione
Isole Cheradi
Isole Cheradi © Tbs

«Aree protette, turismo green e valorizzazione della mitilicoltura costituiscono tre passaggi fondamentali affinché Taranto possa allontanarsi una volta per tutte dall’immagine di malattia e morte che viene subito in mente quando si sente parlare del nostro territorio». Lo scrive il deputato del Movimento 5 Stelle, Giovanni Vianello, che ieri ha discusso in commissione Ambiente la sua risoluzione per istituire nel capoluogo ionico un Parco nazionale delle Isole Cheradi e del Mar Piccolo.

«Taranto è Isole Cheradi, Mar Piccolo, delfini, cavalucci marini, palude La Vela, tartarughe Caretta Caretta, il Castello Aragonese, il MArTA, le buonissime cozze, nonché una importante colonia della Magna Grecia e unica colonia spartana. È però una città in cui, nonostante le straordinarie ricchezze paesaggistiche, enogastronomiche e storiche/culturali, gli operatori turistici e i mitilicoltori faticano il doppio per avere la metà del risultato” - sottolinea Vianello. Ho invitato i colleghi parlamentari a venire a Taranto a scoprire e capire il motivo per cui, dopo oltre 60 anni di sacrificio per un interesse nazionale, tutte le forze politiche abbiano l’obbligo morale di ridare alla città quella dignità che gli spetta di diritto, perché ci sono tutte le potenzialità per farlo e noi dobbiamo farlo! Ho apprezzato - scrive Vianello riferendosi alle parlamentari Labriola e Andreuzza - gli interventi delle colleghe di Forza Italia e della Lega che, condividendo le grandissime potenzialità di Taranto, hanno deciso di contribuire a un percorso finalizzato per dare una nuova immagine alla città».

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Fra ha scritto il 09 agosto 2018 alle 08:14 :

    Vogliamo l’aeroporto Rispondi a Fra