Verso il voto

Idea in campo per unire il centrodestra

Come superare il disorientamento dell’elettorato moderato

Politica
Taranto venerdì 21 aprile 2017
di La Redazione
Massimo Ferrarese
Massimo Ferrarese © Tbs

Unire il centrodestra, superando il disorientamento dell’elettorato moderato.

Con queste premesse il Movimento “IDEA Popolo e libertà”, fondato dall’ex ministro Gaetano Quagliariello, ha avviato la propria stagione congressuale, dopo aver siglato a Roma un patto federativo con circa cinquanta liste civiche territoriali. Un patto di cui fa parte, tra gli altri, anche Noi Centro, presieduto a livello regionale da Massimo Ferrarese. IDEA sarà presente alle elezioni amministrative a Taranto e provincia con propri candidati.

«Una scelta - viene spiegato - legata alla vocazione naturale del Movimento del sen. Quagliariello, ovvero un vero e proprio impegno con gli elettori, chiamati a essere corresponsabili delle scelte da compiere per gestire la cosa pubblica. In provincia sono stati già nominati diversi coordinatori comunali di IDEA: Giovanni Caforio a Mottola, Aldo Pentassugia a Castellaneta, Massino Favale a Palagiano, Nicola Luccarelli a Massafra, mentre altri saranno designati nei prossimi giorni. In tutti i comuni chiamati al voto e in particolare a Taranto - di concerto con il coordinatore provinciale avv. Salvatore Fuggiano e quello comunale Angelo Fiore - alla scelta del candidato sindaco da sostenere, anteporremo i programmi che più rappresentano i nostri princìpi.

Superando, insomma, gli intrighi e gli interpreti della vecchia politica». «L’area moderata - dicono Quagliariello e Ferrarese- è maggioritaria nel nostro Paese, ma è troppo frammentata per sterili protagonismi che hanno determinato la nascita dell’antipolitica, del voto di protesta e di un quadro politico sempre più deprimente. Da qui la necessità di un’IDEA nuova del rapporto con i cittadini e i territori».

Lascia il tuo commento
commenti
Le più commentate
Le più lette