Fiera Pessima, l'ora delle polemiche

Provincia
Taranto giovedì 15 febbraio 2018
di La Redazione
Una veduta di Manduria
Una veduta di Manduria © Tbs

“Gli ultimi eventi relativi alla difficoltosa, se mai ci sarà, assegnazione e realizzazione della Fiera Pessima edizione 2018 ci porta nuovamente a riflettere su un argomento del quale nel corso degli anni più e più volte ci siamo trovati ad occuparci. La Fiera Pessima, così come da anni è concepita e realizzata, è un baraccone che ha più a che fare con il mercato settimanale che con un evento fieristico degno di questo nome e questo è uno dei motivi per cui molti, troppi imprenditori locali non credono nelle sue potenzialità e, di conseguenza, non investono per presenziare”.

Così Manduria Migliore.

“Un evento storico come la nostra Fiera dovrebbe essere valorizzato con atti concreti, diventando finalmente ciò che potenzialmente dovrebbe essere, un prestigioso biglietto da visita della città ed un volano per la nostra economia, a partire dalla ricettività ed enogastronomia. In prospettiva, cosa che manca evidentemente a tutti coloro che si sono avvicendati a guidare la nostra Città, molteplici sono i progetti che si potrebbero intraprendere per riuscire in questo importante obiettivo. A nostro avviso il primo e più importante sarebbe la creazione di un Ente Fiera a capitale misto pubblico/privato che possa gestire direttamente l’organizzazione e realizzazione delle varie edizioni ottenendo immediatamente numerosi vantaggi”.

Lascia il tuo commento
commenti