Social

martedì 30 settembre 2014 Articolo

Non solo latte, anche lo yogurt per mantenersi in forma

Lo yogurt che magro e con pochi grassi consente di raggiungere un corretto stato fisico e digestivo

©
a cura: Dott. Martellotta Martino

Il latte è l'alimento che tutti, prima o poi, abbiamo avuto modo di gustare, sia appena nati bevendo il latte materno, sia dopo lo svezzamento e da adulti usando prevalentemente il latte vaccino. Con il latte generazioni e generazioni di uomini sono cresciuti e si sono sostenuti, anche e soprattutto in periodi di carenza alimentare e viene giustamente considerato un alimento completo e di sostegno, anche nel recupero fisico magari dopo un periodo di forte stress.

Dal latte si derivano innumerevoli prodotti sia freschi che stagionati, infatti partendo dalle mozzarelle fino ad arrivare alle forme di formaggio, passando per burrate, ricotte o scamorze, dal latte si è sempre ottenuto un prodotto sano, saporito e di qualità.
Un prodotto derivato dal latte e molto usato soprattutto dalle donne è lo yogurt, magari magro, con pochi grassi e che promette di aiutare a raggiungere o, meglio ancora, mantenere la perfetta forma fisica. In genere lo yogurt è anche considerato un alimento salutistico tanto che viene visto quasi come un integratore di fermenti lattici.

Lo yogurt deriva dal latte generalmente vaccino e, con l'aggiunta di microorganismi batterici, anche detti fermenti lattici, come il Lactobacillus bulgaricus e lo Streptococcus thermophilus avviene il processo di fermentazione che conferisce allo yogurt alcune proprietà diverse rispetto al latte come, ad esempio una maggiore digeribilità e un minore contenuto di lattosio, in parte trasformato in acido lattico, una maggiore concentrazione di vitamine del gruppo B, una maggiore biodisponibilità di calcio e, infine, una presenza di fermenti lattici vivi che sostengono la flora batterica intestinale.

Lo yogurt ha una consistenza cremosa, ha un tipico gusto acido ed esiste nelle versioni intero (grasso minimo 3%), parzialmente scremato (grasso compreso tra lo 0,5 e il 3%) e magro (con un contenuto di grassi massimo pari allo 0,5%).

La frutta presente nello yogurt oscilla tra il 20% ed il 10% che in grammi, in un vasetto classico da 125 g, è pari a circa 10-15 g ovvero una quantità un po poca se si pensa che una mela pesa circa 150gr. Sulla etichetta, quindi, oltre a leggere le quantità effettive di frutta presenti è bene porre attenzione agli additivi come gli aromatizzanti, i coloranti e gli addensanti, poiché se questi non sono presenti allora il prodotto che intendiamo acquistare è di certo un ottimo prodotto, infatti uno yogurt, in quanto alimento pienamente naturale nel suo processo produttivo, può fare a meno degli additivi.

Infine si devono porre attenzioni alla quantità di zucchero che non deve essere aggiunto per renderlo più dolce e quindi più appetibile e soprattutto perché spesso è un prodotto usato anche per i bambini



Informazione pubblicitaria a cura dell'inserzionista.


Chiudi Non visualizzare di nuovo