Social

Taranto - sabato 31 dicembre 2016 Calcio

Il campionato di Lega Pro

Un Taranto “gelato”. Fine d’anno amaro

De Gennaro e Maurantonio contestano il direttore di gara

Taranto calcio - Cosenza © Renato Ingenito
di La Redazione

Al termine di Taranto-Cosenza, match conclusosi sul 3-0 in favore degli ospiti, interviene in sala stampa l’allenatore del Taranto Pantaleo De Gennaro: “Nei primi 20 minuti c’è stato equilibrio in campo, poi gli episodi dell’espulsione di Pambianchi ed il conseguente rigore hanno cambiato la gara.

Al di là del roboante risultato, non mi è dispiaciuta la prestazione della squadra per quanto concerne l’impegno e la determinazione. Ripeto, inizialmente abbiamo giocato alla pari contro una compagine che vanta elementi di spicco, mentre noi abbiamo dovuto fare i conti con una difesa giovane inedita. Ora bisogna andare avanti, nulla è compromesso perché ci sono ancora molte gare da giocare; sicuramente questa sosta arriva nel momento giusto perché ci permetterà di ricaricare le batterie.

Mercato? Ci servono almeno un giocatore per reparto, al momento la rosa è esigua, ma la società sta lavorando per rimpinguare l’organico”. Spazio poi alle parole del portiere rossoblù, Roberto Maurantonio: “La partita era stata preparata bene, l’espulsione ed il rigore hanno compromesso l’incontro. Il contraccolpo c’è stato, tenendo conto inoltre che in campo c’erano molti giovani. Ci siamo lamentati con l’arbitro perché l’azione del rigore è nata da un fallo laterale che non doveva essere assegnato, visto che c’era una punizione da fischiare in favore di Russo. Adesso dobbiamo rimboccarci le maniche, la lunga sosta ci farà bene fisicamente e psicologicamente. Non è semplice avere tanti indisponibili e cambiare sempre formazione”.

Lascia il tuo commento
La pubblicazione dei commenti deve rispettare alcune Regole di buon costume e rispetto nei confronti degli altri
Clicca qui per maggiori dettagli
Commenta
  • Violano la legge sulla stampa
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Sono scritti in chiave denigratoria
  • Contengono offese alle istituzioni o alla religione di qualunque fede
  • Incitano alla violenza e alla commissione di reati
  • Contengono messaggi di razzismo o di ogni apologia dell’inferiorità o superiorità di una razza, popolo o cultura rispetto ad altre
  • Contengono messaggi osceni o link a siti vietati ai minori
  • Includono materiale coperto da copyright e violano le leggi sul diritto d’autore
  • Contengono messaggi pubblicitari, promozionali, catene di S. Antonio e segnalazioni di indirizzi di siti web non inerenti agli argomenti trattati
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono.
Chiudi Non visualizzare di nuovo