x

x

Riecco le vie dello shopping

TARANTO – Luci, addobbi e animazione a tema. Mettici pure le bancarelle e i mercatini. Ed è subito…Natale.
In centro sabato e domenica è stato pienone, si è respirata l’aria della festa.
“Finalmente abbiamo visto qualcosa di positivo, il movimento” commenta Giovanni Geri, presidente di Federmoda. “La gente ha dimostrato di apprezzare gli sforzi. Ma, purtroppo, servirebbe ancora di più. Purtroppo, è il solito ragionamento sui parcheggi. I clienti si lamentano, dopo aver girato un’ora e mezza. Ho ricevuto anche telefonate di chi, dopo aver battuto a tappeto il centro invano, mi diceva ‘me ne vado, non ce la faccio più’. Due ore di macchina per lasciare magari l’auto in doppia fila. E’ assurdo andare avanti in questa maniera. E’ un peccato perchè la gente arriva stanca, nervosa, preoccupata per aver lasciato la macchina fuori posto, è assurdo dover parlare ancora di questo”.


Provati dal tour de force del parcheggio, che, è esperienza comune, ti costringe anche a circumnavigare più volte il perimetro del centro, ma con la voglia di riprendersi gli spazi che per tradizione sono luogo d’incontro per i tarantini. “La gente parla bene delle luminarie e delle iniziative, è felice e contenta, ma dietro questo sforzo ci deve essere anche la politica.
Il 90%  viene in centro in auto”.
Considerazioni che smorzano, ma non spengono, l’ottimismo che diventa il valore aggiunto: “Il bilancio è comunque positivo, speriamo sia un buon segno e che fino alla vigilia continui così, ce lo auguriamo”. Ed è davvero questo l‘augurio migliore che Taranto si può fare. In via Liguria e dintorni l’aiuto è arrivato dallo spazio: in una piazza Sicilia rimessa a nuovo sono atterrati gli Ipergalattici con un sempreverde, le sigle dei cartoon.
“La piazzetta con le giostrine e l’animazione per bambini con le mascotte, la banda e la musica hanno portato un bel movimento. Qualcosa si muove.
Certo, in un clima di austerity è un dato da prendere con le pinze, perchè la gente guarda con attenzione prima di acquistare, ma già il fatto di vedere il passeggio è positivo, se l’amministrazione capisce che bisogna lavorare insieme si può generare un buon percorso”.