Iscrizione ipotecaria di maggior valore e risarcimento del danno

“Ho subito una iscrizione ipotecaria su beni di valore notevolmente maggiore rispetto all’importo dell’esposizione debitoria. Oltre alla riduzione delle ipoteche posso agire per il risarcimento del danno?” La domanda posta è molto interessante, in quanto, si tratta di una ipotesi non isolata ma verificatasi con una certa frequenza. Tanto è vero che anche la Corte di Cassazione è stata chiamata a pronunziarsi in una fattispecie analoga a quella segnalata alla nostra rubrica, stabilendo che il creditore, qualora ne ricorrano i presupposti nel singolo caso, può essere chiamato a rispondere del danno causato da una iscrizione ipotecaria eccessiva, se non, addirittura sproporzionata, rispetto all’ammontare del debito. Si pensi, ad esempio, alle difficoltà o impossibilità di vendita dei beni ipotecati o alla difficoltà di accesso al credito.

Ed ancora, al vero e proprio effetto domino rappresentato dalle iscrizioni ipotecarie eseguite dagli altri istituti di credito una volta che, il creditore ha iscritto ipoteca su immobili che potevano, tranquillamente, restare esclusi da tale misura. Il creditore, infatti, non ha il potere di iscrivere ipoteca sui beni del debitore senza alcun limite o in modo sproporzionato rispetto al credito vantato. Il soggetto che iscrive ipoteca, quindi, deve assumere un comportamento incentrato sui principi di buona fede e diligenza e, quindi, non sfociare nell’ “abuso” allo strumento ipotecario. Qualora il debitore dovesse promuovere un procedimento di riduzione di ipoteca, il comportamento tenuto in quella sede dal creditore, dovrà essere valutato anche ai fini della eventuale successiva causa di risarcimento del danno. Se, infatti, il creditore si dovesse opporre nonostante sia chiara la sproporzione dei beni sottoposti ad ipoteca rispetto al credito vantato, il Tribunale chiamato a pronunziarsi sulla successiva domanda risarcitoria dovrà tener conto, secondo quanto stabilito dalla Corte di Cassazione, anche di tale comportamento.

Avv. Emilio Graziuso
Avvocato Cassazionista e Dottore di Ricerca

 

Illegale diffondere registrazioni al fine di danneggiare l’altrui reputazione

Alla luce della centralità assunta dalla protezione della privacy e dell’inviolabilità accordata, ex art. 15 Costituzione, alla tutela della libertà e segretezza di ogni forma di comunicazione, può considerarsi legittima la registrazione di conversazioni telefoniche tra privati, all’insaputa dell’altro conversante, senza un’autorizzazione in tal senso dell’autorità giudiziaria? E che succede in caso di pubblicazione di […]

Il danno da “vacanza rovinata”

Ho acquistato, tramite agenzia di viaggio, un pacchetto turistico organizzato da un tour operator. Giunto sul posto, però, ho subito riscontrato che i servizi erogati dalla struttura alberghiera non erano corrispondenti a quelli che mi erano stati illustrati nel catalogo e che il livello di prestazione era alquanto scadente. Inutile dire che la tanto sospirata […]

“Sulle rive dell’Alto Ionio”, l’attesa

C’è attesa per la XIII edizione della manifestazione “Sulle rive dell’alto Ionio”, Trofeo Marco Polo, organizzata dal Club Jonico Veicoli Amatoriali e storici I Delfini di Taranto, club insignito più volte con l’alto riconoscimento dell’Asi la “Manovella d’oro”, nei giorni 27, 28 e 29 maggio 2022 a Santa Maria di Leuca. La Puglia è da […]

Giovani talenti a scuola di moda

Investire sui giovani del territorio fornendo loro gli strumenti e le conoscenze per affermarsi nel mondo della moda: da un quarto di secolo questa la mission della DRAM (De Rubertis Accademia di Moda), fondata nel 1997 da Maurizio De Rubertis seguendo la tradizione sartoriale di famiglia. Nei suoi venticinque anni di attività la DRAM ha […]