x

x

Madonna del Carmine, tutti gli appuntamenti

Le celebrazioni e i festeggiamenti per la Beata Vergine del Monte Carmelo, in questo anno così importante per l’Arciconfraternita del Carmine e che hanno avuto inizio giorno 7 luglio con l’apertura ufficiale della Novena, sono arrivati al loro culmine con la premiazione degli studenti meritevoli iscritti alla Confraternita e figli di Confratelli e con la consegna delle coppe del torneo di calcio dedicato alla Madonna del Carmine che ha visto la finalissima disputata venerdì 11 luglio, primi atti ufficiali dei festeggiamenti, incastonati nel settimo giorno di Novena .

I festeggiamenti religiosi sono entrati nel vivo, però, ieri, martedì 15 luglio, quando durante la celebrazione eucaristica serale si è tenuta la cerimonia di aggregazione delle 11 neo Consorelle e la donazione dell’incenso da parte dei Novizi dell’Arciconfraternita.

Alle  10,30, di oggi, mercoledì 16 luglio, invece, durante la solenne Celebrazione Eucaristica presieduta da mons. Filippo Santoro, Arcivescovo Metropolita di Taranto, ci sarà la cerimonia solenne di Aggregazione e Professione dei 51 nuovi Confratelli ed, a seguire, alle 12 la Preghiera del Santo Rosario e la Supplica alla B.V.M. del Monte Carmelo.

Alle 18 sarà il momento della Santa Messa, in Piazza Carmine, che sarà celebrata dall’amatissimo Cardinale Salvatore De Giorgi, Arcivescovo Emerito di Palermo e indimenticato Arcivescovo di Taranto a cavallo degli Anni '90, legato anche Lui da un filo indissolubile con i Pontefici e con la Vergine Maria, tema e filo conduttore della novena di quest’anno, vista la storica visita di Papa Giovanni Paolo II, del 1989,  nella nostra città e nella Chiesa del Carmine, avvenuta proprio durante il periodo del suo mandato Arcivescovile.

Al termine della Messa si snoderà per le consuete vie del Borgo cittadino la Processione della Madonna del Carmine con la partecipazione di centinaia di confratelli e consorelle e dei complessi bandistici Lemma di Taranto e “G Chimienti” di Montemesola, che martedì sera e mercoledì mattina avranno già allietato con le loro “marce gloriose” le strade del Borgo Umbertino. 

Come di consueto, dunque, un fitto calendario di appuntamenti religiosi e civili con cui l’Arciconfraternita del Carmine festeggerà la sua titolare e la fine dell’anno sociale, un anno sociale “storico” caratterizzato dall’apertura dell’anno giubilare e che sarà prodromico al prossimo in cui i festeggiamenti dedicati al 250 anno dalla donazione Calò si faranno più fitti ed intensi attendendo, appunto, la Settimana Santa 2015, culmine e chiusura di quest’anno straordinario.