x

x

Un milione di euro per i mitilicoltori

BARI – Un milione di euro in favore dei mitilicoltori. Passa nella notte in Commissione Bilancio l’emendamento in favore delle cozze Made in Puglia, ma soprattutto di quelle tarantine, promosso dal capogruppo del Partito Democratico in Regione Puglia con il voto favorevole di tutta la maggioranza. Con il voto di ieri, già repertato e con il parere favorevole del governo regionale, il passaggio in Aula di lunedì sarà solo una formalità.

Sfidando anche la cabala in numero dell’articolo e’ il 17 che in questo caso ha portato bene. “Al fine di sostenere il settore produttivo della mitilicoltura – recita quello che ormai si può definire il nuovo articolo di legge – e’ assegnata per l’esercizio finanziario 2016 una dotazione finanziaria di un milione di euro, in termini di competenza e cassa. Con l’avviso pubblico per l’accesso al sostegno economico devono essere specificati i requisiti soggettivi ed oggettivi per ottenere il contributo, il suo ammontare e i titoli di preferenza”.

Tra questi, si legge ancora nell’emendamento Mazzarano “assumono priorità l’esercizio dell’impresa in territori colpiti da fenomeni di inquinamento delle acque derivanti dalle attività industriali e la presenza di fenomeni stabili di surriscaldamento delle acque rispetto alle ordinarie condizioni di coltura”.

Un fenomeno, quest’ultimo che proprio i tarantini ricordano molto bene, quando la scorsa estate la temperatura dell’acqua in Mar Piccolo fece praticamente bollire le cozze, distruggendole. Tant’è vero che nei ristoranti del capoluogo jonico per alcune settimane era diventato impossibile riuscire a trovare un piatto a base di cozze.

La soddisfazione di Michele Mazzarano in una nota diffusa questa mattina. “Per prima cosa voglio ringraziare tutta la maggioranza – ha detto – per aver sostenuto insieme con me è con il Partito Democratico questo emendamento. Che non solo era un atto dovuto nei confronti di un settore, come quello della mitilicoltura, rimasto la cenerentola in fatto di finanziamenti regionali a sostegno dei settori produttivi. Tra gli altri motivi che ci hanno spinto verso l’istituzione,di questo nuovo capitolo di spesa – ha aggiunto Mazzarano – non ci sono stati solo quelli economici, che pure sono importanti. Grazie infatti alle modalità di erogazione dei finanziamenti, e cioè attraverso bandi pubblici – ha concluso il Presidente del Gruppo Pd – da non sottovalutare il fatto che in questo modo riusciremo a combattere il lavoro sommerso, purtroppo ancora presente in larga parte delle cooperative di mitilicoltori, favorendo l’emersione e quindi la legalità”.

SOLDI PER I COMUNI DELL’AREA DI TARANTO
Ad intervenire anche Gianni Liviano. “Ho presentato l’ordine del giorno sulla Soprintendenza gia’ votato all’unanimità dal consiglio comunale. 2). In Commissione sono passati due miei emendamenti sul Bilancio: 150.000 all’Università di Taranto, 300.000 per la Pianificazione Strategica nei comuni di Taranto, Massafra, Statte, Crispiano, Montemesola”.