x

x

Quel desiderio di green

L'ecosostenibilità
Case ecosostenibili

Cosa si intende per “casa ecosostenibile”? Quali caratteristiche deve avere? Domande non banali, alla luce del crescente interesse per questo tema. Come spiega QuiFinanza. it, tra le caratteristiche delle case ecosostenibili deve esserci una filosofia di costruzione ecologica al 100%. Infatti è necessario avere l’obiettivo di rendere lo stile di vita più responsabile. Allo stesso modo però il fine deve essere anche quello di trasformare il modo di costruire, puntando al minore impatto ambientale.

Quindi lo scopo è quello di ridurre al minimo l’impatto sull’ecosistema, non solo da un punto di vista di consumi ed inquinamento bensì anche di coabitazione dei diversi elementi. L’immobile allora dovrà essere studiato in modo da integrarsi nel miglior modo con l’ambiente circostante. Da questa consapevolezza nasce una ricerca anche estetica, in grado di soddisfare aspetti di sostenibilità e responsabilità ambientale. Quindi anche nell’individuazione delle soluzioni di design per interni ed esterni è necessario avere a mente l’obiettivo finale. Il modo più semplice per farlo è optare per materiali non inquinanti, alternative a km 0 e materie prime ottenute da materiali riciclati. Rispettando le regole fondamentali nella realizzazione di case ecosostenibili, inoltre è da sottolineare anche l’importanza della totale indipendenza di queste costruzioni. Infatti per essere al 100% ecologico, un immobile dovrebbe essere autonomo nella produzione e nella fornitura di acqua, gas e luce. Per questo motivo assumono importanza ad esempio gli impianti fotovoltaici, ma anche sistemi di riscaldamento a pellet e gli elettrodomestici ad altissima classe energetica. In questo modo si riducono drasticamente i consumi. Tra le caratteristiche delle case ecosostenibili c’è l’impiego di materie prime presenti in natura o trattate che possono portare a moltissimi vantaggi, come resistenza e isolamento.

Queste alternative a volte possono essere più costose dei materiali tradizionali, ma grazie a detrazioni e bonus è possibile recuperare alcuni dei soldi investiti. Inoltre contando la diminuzione drastica dei consumi, il risparmio in bolletta è assicurato e può giustificare una spesa più alta all’inizio dei lavori. Nell’individuare i prezzi delle case ecosostenibili è difficile avere un preventivo preciso. Infatti gli elementi che possono modificare radicalmente il costo di un immobile ecosostenibile sono tantissimi e i parametri impiegati nella stesura di un preventivo sono ancora di più. Le richieste personali, l’ubicazione della casa o le opere di riqualificazione di un immobile già esistente sono solo alcuni degli aspetti che determinano il prezzo di una soluzione ecologica. Il sito specializzato Gree.it ricorda che l’architettura ecosostenibile sta facendo grandi passi negli ultimi decenni: assistiamo alla realizzazione di progetti edili di grandi e piccole dimensioni, come palazzi o abitazioni familiari, con consumi energetici ridotti al minimo, che sfruttano le energie rinnovabili. Ma queste case ecosostenibili sono davvero alla portata di tutti? Spesso queste strutture prevedono un investimento iniziare notevole.

Realizzare un’abitazione incentrata sull’isolamento termico, con finestre dotate di vetri doppi o tripli che permettono di utilizzare poco o per niente i riscaldamenti, grazie anche alla ventilazione controllata e ai volumi ridotti e studiati dell’edificio, può essere costoso. Si stima, tuttavia, che i consumi di una casa di questo tipo si riducono a seguito di questi lavori e permettono di ottenere un risparmio in bolletta di circa l’80 o 90%. Tuttavia, questo dipende anche e soprattutto da fattori quali la progettazione, dalla posizione dell’edificio e dai materiali utilizzati. L’architetto Danese Sigurd Larsen si è posto il problema dei costi e ha realizzato un gruppo di case sostenibili chiamate Frikoebing, poco lontane da Hvalsø, nei pressi di Copenhagen. Questi edifici rappresentano un’opzione accessibile per chi desidera vivere nel pieno rispetto della natura. Il costo, infatti, si aggira sui duemila euro al metro quadro. Si può scegliere fra due progetti: The Green House e The Light House, che presentano delle piccole differenze ma sono entrambe progettate per sfruttare il riscaldamento e il raffreddamento passivo in modo tale da ridurre i consumi energetici. La prima è di 82 metri quadri per 227 mila euro circa, mentre la seconda, più grande, viene a costare 267 mila euro.