x

19 Maggio 2022 - Ultimo aggiornamento il: 19 Maggio 2022 alle 10:55:00

L'avvocato

Anche i docenti precari hanno diritto alla “Carta Docente”, la card per la formazione

foto di Docente
Docente

“Sono un docente della scuola secondaria di secondo grado con contratto di supplenza annuale. Di recente ho letto che anche io potrei avere diritto alla “Carta docente”. È vero?” Gentile lettore, la “Carta docente” di € 500,00, prevista per la formazione e l’aggiornamento dei docenti, spetta anche ai precari. Questi ultimi, infatti, ove ne ricorrano nel singolo caso di specie i presupposti, potranno richiedere la corresponsione non solo del bonus per l’annualità in corso ma anche degli arretrati relativi agli anni scolastici nei quali hanno prestato regolarmente servizio. A sancire tale diritto è stato, nei giorni scorsi, il Consiglio di Stato, al quale ha fatto seguito anche il Tribunale di Torino.

Quanto previsto nelle pronunzie giurisprudenziali in esame costituisce una novità assoluta nel mondo della scuola. Sino ad oggi, infatti, il diritto alla “Carta docente” era stato sempre negato ai docenti precari, con contratto a tempo determinato annuale o sino al termine delle attività, con conseguente disparità di trattamento rispetto ai docenti di ruolo, sia a tempo pieno che parziale, nonché ai docenti in anno di prova. Il Consiglio di Stato ha statuito che negare il bonus in questione ai docenti precari, i quali svolgono le stesse mansioni dei docenti di ruolo e degli insegnanti nell’anno di prova, costituisce una chiara ed evidente violazione di alcuni principi fondamentali della nostra Costituzione, quali l’uguaglianza, la formazione e l’imparzialità e buon andamento della pubblica amministrazione. Il nostro lettore, quindi, esaminato il suo contratto di insegnamento, potrà, qualora sussistano i presupposti, chiedere la “Carta docente” per l’anno scolastico in corso e quanto non percepito in precedenza.

Avv. Emilio Graziuso
Avvocato Cassazionista e Dottore di Ricerca

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche