x

x

Emergenza casa, tensione in via Cuniberti

Non importa se si tratta di case dichiarate inagibili e destinate ad essere abbattute. Non importa che un simile ‘colpo’ è già sfumato qualche giorno fa in via Di Palma. L’emergenza casa chiama. E stamattina in via Cuniberti è assetto da guerra. Sedici famiglie, a quanto pare già da almeno una decina di giorni, hanno deciso di approfittare della cessione delle cosiddette aree demaniali. Hanno individuato negli appartamenti di via Cuniberti una possibile sistemazione. Qualcuno di loro pare abbia anche iniziato a ristrutturare. 

L’operazione è scattata già in nottata e ha tenuto impegnate tutte le pattuglie della polizia municipale. Cinque, sei pattuglie sul posto, solo una resta a disposizione per il pronto intervento in tutta la città. La situazione è esplosiva. L’allarme scatta in nottata, con la caduta di calcinacci.

Sul posto piombano i vigili del fuoco. La zona viene ‘transennata’. Gli appartamenti vanno sgomberati. Si deve murare tutto. Ma è da subito chiaro che le famiglie non sono disposte ad andar via.

Costi quel che costi. Un replay di quanto avvenuto nelle ‘aree demaniali’ in pieno centro. “Si tratta di una palazzina che, come nel caso di via Di Palma, dove siamo intervenuti tempestivamente con lo sgombero, è stata dichiarata inagibile dalla Marina già nel 1998. E’ destinata ad essere abbattuta ed era stata anche murata. In passato serviva come foresteria per i militari” spiega Ernesto D’Eri consigliere delegato alle aree demaniali. “Lì c’è un problema di agibilità anche perchè il sottosuolo è vuoto”, lo stesso motivo che ha fatto deviare, ormai da tempo, i percorsi dei bus dell’Amat che, passando dalla bretella che porta in via Magnaghi, creavano vibrazioni che mettevano a rischio la stabilità dei palazzi.

Non è bastato a fermare le famiglie che hanno deciso di occupare e che stamattina non volevano andar via. Alcuni di loro provengono da una lunga odissea, iniziata con lo sgombero, anni fa, di una palazzina in via duca degli Abruzzi. In mattinata la situazione ancora non si riusciva a sbloccare. Sul posto anche la polizia. Da via Di Palma a Talsano (nelle case di via Guarini) passando per via Cuniberti. L’emergenza casa ‘bussa’ alle porte di Taranto. Ed è allarme sociale.