Guerra per la casa. “Restiamo in albergo”

Sarebbero dovuti uscire oggi, dall’albergo che si trova sulla litoranea, messo a disposizione dall’Amministrazione comunale, ma hanno deciso di opporre resistenza.

Si tratta delle 17/18 famiglie sgomberate nei giorni scorsi dall’edificio pericolante di via Cuniberti (nella foto). Alcune di quelle famiglie facevano parte degli sfollati di via Duca degli Abruzzi.

Per loro, un’odissea lunga anni, in giro per i residence di mezza provincia. «Vogliono farci uscire perché oggi scade il contratto tra il Comune ed i proprietari dell’albergo – spiega Maria che, assieme ai suoi due figli, è stata sistemata in una stanza della struttura che si trova in zona Tramontone. Vogliono buttarci in mezzo ad una strada senza darci una sistemazione. Ci è stato proposto un contributo di 300 euro per andare in una casa in affitto ma vogliamo un tetto, anche una stanza, per vivere con i nostri figli». 

Gli “sgomberati” chiedono l’intervento degli assessori Scasciamacchia (Emergenza abitativa) e Viafora (Servizi Sociali). «Il sindaco è sparito da tempo e loro non ci danno risposte. Andremo a dormire sotto Palazzo di Città – avverte Maria. Nel frattempo, nel caso in cui l’Amministrazione comunale continuasse ad ignorarci, continueremo a restare in albergo. Vengano qui gli assessori Scasciamacchia e Viafora e ci spieghino, di persona, quali interventi ha adottato il Comune in tutti questi anni per la gente che, come me, è stata sfollata per problemi di sicurezza».

Zes Jonica, opportunità da non perdere

Con l’attesa bollinatura da parte della Corte dei Conti al Commissario della Zes Jonica, avv Floriana Gallucci, entra finalmente nella piena operatività la governance della Zona economica speciale Jonica. Una grande opportunità per l’intero territorio che il Consorzio Asi di Taranto ha voluto immediatamente cogliere invitando presso la propria sede la neo commissaria per fare […]

“Conoscere il Pnrr, occasione imperdibile per il Mezzogiorno”

«È il momento di ragionare seriamente sul Pnrr, occasione imperdibile per il nostro Paese e ancor più per il Mezzogiorno e per il nostro territorio che è in ritardo sotto molti punti di vista. Colmare il ritardo e accelerare la trasformazione, aumentando la competitività pubblica e privata devono essere i nostri obiettivi». Così il commissario […]

Verso il voto. Scrutatori nominati, è polemica

«Il forte rischio è che la nomina degli scrutatori possa rappresentare un possibile voto di scambio». Lo afferma Alfredo Venturini, coordinatore della lista Taranto Mediterranea, in riferimento alla nomina degli scrutatori per la composizione dei seggi per le elezioni comunali del 12 giugno. «Abbiamo appreso che il Commissario straordinario Prefetto dott. Vincenzo Cardellicchio al Comune […]

Cosa succederebbe se chiudesse l’ex Ilva

È in corso un dibattito caloroso (Taranto Buonasera del 20/5 parla giustamente di “lite”) sulla situazione reale dell’ex Ilva tra vari soggetti di interessi pubblici (partiti, sindacati, ecc.) ma le preoccupazioni ed il pensiero della popolazione, quella senza posizioni di parte, risultano assenti. Molle tarentum? Forse, ma è doveroso intervenire almeno per dire ciò che […]