x

x

Arriva il Centro Servizi per le Famiglie di Taranto

Il Palazzo di Città di Taranto

Essere genitori non è facile e, soprattutto, genitori non si nasce. L’assessorato ai Servizi Sociali, tra i tanti interventi dedicati alle famiglie, ha creato un nuovo servizio, “Il Centro Servizi per le Famiglie”. A farlo sapere è l’assessore ai Servizi Sociali, Gabriella Ficocelli. I destinatari del servizio saranno nuclei familiari residenti nel Comune di Taranto con figli naturali, adottati e/o minori affidati, compresi nella fascia di età 0-10 anni, i cui genitori per qualsiasi motivo necessitano di essere supportati nell’espletamento delle funzioni genitoriali e nell’organizzazione della vita familiare.

Sono state studiate diverse aree di intervento: Area dell’Informazione: verrà assicurato accesso rapido alle informazioni utili alla vita quotidiana e alle opportunità del territorio, tramite una sezione dedicata sul sito della Cooperativa www.cooperativalasolidarieta. it; Area Sostegno alle Competenze Genitoriali: saranno offerti servizi di ascolto, counseling genitoriale e di coppia, percorsi di mediazione familiare, percorsi specifici relativi alla genitorialità adottiva e all’affido familiare, percorsi di sostegno alle funzioni genitoriali in relazione alle diverse fasi di vita dei figli (dalla nascita alla gestione dei figli adolescenti); Area dello Sviluppo delle Risorse Familiari e di Comunità: verranno avviate iniziative di promozione e sensibilizzazione sui temi dell’accoglienza e della solidarietà sociale, e sostenute iniziative di auto mutuo aiuto tra famiglie e progetti di sviluppo di comunità, mirati a facilitare l’integrazione sociale e spontanei scambi solidaristici.

Il servizio sarà gestito dalla Cooperativa La Solidarietà e garantito da personale professionale per un anno, dal lunedì al sabato, presso il domicilio degli utenti e presso gli spazi della sede legale sita a Taranto in via Castrogiovanni, 1 e del centro socio-educativo diurno “Mareluna”, sito a Taranto in via Minniti, 85. Gli interventi prevedranno azioni da svolgere prevalentemente presso il domicilio e azioni da svolgersi nel contesto extra-domiciliare; per questi ultimi si favorirà la partecipazione dei servizi territoriali presenti e del terzo settore, attraverso specifici protocolli d’intesa, in particolare con l’associazione socioculturale “Massimo Troisi” e l’associazione “Il Focolare” onlus, che hanno attivato il Progetto F.I.T. (Family Innovation Training) e l’associazione di volontariato “Noi e Voi” Onlus, cooperativa Crest, cooperativa Zefiro di Paolo VI “Le Ali di Chiara”; Associazione sportiva dilettantistica “Pirati delle Cheradi”, l’associazione Alzàia onlus. Interventi e strategie: servizio di consulenza e intervento psicologico a supporto della genitorialità; sostegno all’inserimento scolastico; home maker; affiancamento della famiglia nell’accompagnamento dei figli a scuola o presso altre strutture formative e ricreative; tutoraggio; azioni ludico-ricreative; counseling individuale e familiare per le famiglie adottive e affidatarie; mediazione familiare; sostegno al genitore separato durante la separazione; spazio neutro; interventi a sostegno delle famiglie straniere; corso di preparazione alla genitorialita’ responsabile; fidelity card; aaa – cercasi famiglia per una famiglia.

Una famiglia, dunque, che vive un periodo critico è affiancata da un’altra ed entrambe si impegnano reciprocamente un patto di solidarietà; Innovatività; “Ict (Information and Communications Technology) for Parenthood” per la Gestione del Personale e il Monitoraggio dei Servizi. Centro servizi On The Road mediante l’utilizzo di un mezzo itinerante che pubblicizzerà il servizio e ne renderà più capillare la presenza sul territorio, con l’obiettivo di informare la cittadinanza tutta sull’offerta dei servizi e delle prestazioni in favore delle famiglie e, altresì, consentire l’ascolto e l’emersione dei bisogni. «Esprimo tutto il mio apprezzamento per questa nuova iniziativa – le parole dell’assessore Ficocelli – augurando buon lavoro a tutti e ringraziando l’ufficio Servizi Sociali per aver proposto un servizio innovativo sul nostro territorio che farà il paio con altri progetti che questa amministrazione sta portando avanti».