x

x

Il Pubblico ministero: “Caso Boc, 3 anni per l’ex Sindaco Di Bello”

TARANTO – Tre anni per l’ex sindaco Rossana Di Bello, il vice Michele Tucci e l’allora dirigente comunale Luigi Lubelli. Due anni per gli altri imputati. Sono le richieste del pm Epifani nel processo per il caso dei boc, i buon ordinari comunali.

L’accusa è di concorso in abuso d'ufficio in relazione a un finanziamento da 250 milioni di euro concesso da Banca Opi al Comune di Taranto nel 2004 per l'emissione di buoni.


Non c'erano, secondo l'accusa, i requisiti della convenienza economica per giustificare un investimento così oneroso, che avrebbe contribuiti al dissesto. Nei guai anche dirigenti dell’istituto di credito.

Nell'aprile del 2009 è stato annullato il contratto sottoscritto con Banca Opi – che ora si chiama Biis, Banca Intesa Infrastrutture Sviluppo. In preliminare vennero prosciolti dieci assessori.

Il Comune di Taranto si è costituito parte civile nel procedimento, ed ha chiesto un risarcimento danni di un miliardo di euro.
Il 13 gennaio il prosieguo dell’udienza, la difesa promette battaglia contestando le richieste della pubblica accusa.