x

x

Aeroporto, voli civili: è l’ora della verità

Patata bollente per l’assessore regionale ai Trasporti, Giovanni Giannini e per Aeroporti di Puglia. La riattivazione dei voli civili dall’Arlotta scalda il dibattito e soprattutto il 22 gennaio prossimo, in occasione della commissione regionale convocata dal presidente Donato Pentassuglia, ai due enti sarà chiesto ufficialmente quale posizione assumono alla luce del ripescaggio da parte del ministro Lupi dello scalo ionico tra quelli di importanza nazionale e soprattutto dell’interesse da parte della compagnia svizzera Cityline di far partire dall’Arlotta sei Atr dal prossimo 14 aprile.

Voli che la compagnia offre a prezzi competitivi nonostante da Aeroporti di Puglia siano state applicate tariffe più alte rispetto agli altri aeroporti pugliesi. Ragione quest’ultima che proprio stamattina è stata oggetto di confronto tra la commissione Attività Produttive del Comune di Taranto ed il presidente della Camera di Commercio, Luigi Sportelli che nei giorni scorsi ha bacchettato Regione e Adp per i continui ostacoli opposti al decollo dell’Arlotta. La commissione ha deciso di chiedere un incontro all’assessore Giannini ed al presidente di Adp, Acierno per sostenere le ragioni dei tarantini che rivendicano a gran voce il diritto ad avere uno scalo attivo anche ai voli civili (seppure per il cargo ancora non si vede nulla).

Intanto anche le associazioni interessate all’apertura dell’Arlotta non mollano e domattina l’avvocato Nicola Russo terrà una conferenza stampa a tal proposito.