x

x

Inferno ai Tamburi, salve 2 sorelle. Evacuato un palazzo

TARANTO – Ore 23: scoppia l’inferno in un palazzo situato tra via Pascoli, e via Deledda, ai Tamburi. Brucia un box e le fiamme si alzano alte e raggiungono i piani superiori dello stabile. Paura e danni.

Catastrofe scongiurata grazie all’intervento tempestivo di vigili del fuoco, carabinieri e soccorritori del 118. Le sirene svegliano mezzo quartiere.

Bisogna darsi subito da fare perchè alcuni anziani sono rimasti intrappolati nell’edificio minacciato dal fuoco.

Il provvidenziale intervento dei carabinieri dell’Aliquota Radiomobile della Compagnia Carabinieri diretti dal tenente Pietro Laghezza permette di trarre in salvo due anziane sorelle rimaste bloccate in uno stabile situato tra via Deledda e via Pascoli.

A dare l’allarme è stato un cittadino che ha chiamato il 112 per avvertire che c’erano un box auto e la palazzina adiacente in fiamme con delle persone bloccate all’interno. Due pattuglie dell’Aliquota Radiomobile sono piombate sul posto accertando che le fiamme avevano avvolto un’autovettura Fiat Panda parcheggiata nel box.

Le fiamme, alimentate dal vento, si erano propagate alla facciata della palazzina adiacente, raggiungendo in poco tempo il terzo piano.
I militari hanno immediatamente avvertito i venticinque condomini, consentendo una evacuazione tempestiva e in totale sicurezza.

Appena si sono accorti che mancavano all’appello due sorelle settantenni, proprietarie di un appartamento situato al secondo piano, non hanno esitato a farsi strada tra il fumo denso e nero. Sono stati minuti lunghissimi quelli nei quali, giunti sul luogo, i carabinieri hanno sfondato a spallate la porta d’ingresso dell’abitazione e, con non poche difficoltà, sono riusciti a raggiungere le anziane sorelle, in camera da letto, strappandole a morte sicura. Le malcapitate sono state subito affidate alle cure dei sanitari del 118.

Le donne sono state portate a spalla all’esterno e subito affidate alle cure dei sanitari del 118. Modesta intossicazione da fumi per i carabinieri intervenuti tra le fiamme che, anche in questa circostanza hanno lavorato in silenzio, senza clamore.

Ora gli investigatori stanno indagando per identificare l’autore dell’atto criminoso che per un  soffio non si è trasformato in tragedia. Hanno già ascoltato il proprietario del garage che è un incensurato di settantadue anni.

Durante un sopralluogo vigili del fuoco e carabinieri hanno rinvenuto tracce che confermano l’azione dolosa.

Gli investigatori dell’Arma stanno lavorando a tamburo battente anche per accertare il movente di un attentato davvero inquietante che per ore ha tenuto in allarme mezzo rione.

Sparatoria a Tramontone, ferito un 24enne

Raggiunto da almeno due colpi di pistola, un giovane di 24 anni, è stato ferito questa mattina, intorno alle 11 nelle strade del quartiere Tramontone ed esattamente in via Mediterraneo. Il giovane è stato bersagliato da numerosi colpi di pistola esplosi da un uomo a bordo di una moto. Due di questi lo hanno raggiunto […]

Coronavirus, dati in picchiata: in Puglia 1.101 contagi e 6 decessi

Nelle ultime 24 ore in Puglia sono stati effettuati 10.145 test per l’infezione da Covid-19 coronavirus e sono stati registrati 1.101 casi positivi, così suddivisi: 334 in provincia di Bari, 62 nella provincia BAT, 118 in provincia di Brindisi, 166 in provincia di Foggia, 243 in provincia di Lecce, 164 in provincia di Taranto, 9 […]

Uccisa e fatta a pezzi. Fermata la figlia

Era originaria di San Giorgio Jonico, la donna uccisa, fatta a pezzi e messa nella vasca da bagno nella sua abitazione a Melzo, in provincia di Milano. La donna sarebbe stata uccisa nel suo appartamento diverse settimane fa. In stato di fermo la primogenita; ad insospettirsi l’altra figlia della donna. Il cadavere sezionato con una […]

Sequestrato mezzo milione di shoppers

Sotto sequestro mezzo milione di shoppers. Nell’ambito di una mirata campagna di controlli, incentrata sulla verifica sulle borse di plastica poste in commercio i militari delle Stazioni Carabinieri Forestale della provincia jonica, coordinati dal Nucleo investigativo di polizia ambientale, agroalimentare e forestale del Gruppo Carabinieri Forestale di Taranto, hanno eseguito un’attività di controllo nel mercato […]