x

x

Taranto festeggia Sant’Egidio

TARANTO – Doppia festa per Sant’Egidio, taumaturgo e compatrono di Taranto. Il giorno in cui si celebra il Santo tarantino è il 7 febbraio, ma i festeggiamenti sono già partiti nella parrocchia a lui intitolata a Tramontone e nel convento di San Pasquale, al Borgo.
Nella parrocchia di Lama-Tramontone fino a giorno 6 c’è ogni sera, alle 17.30, prima della Messa delle 18 la Novena  al Santo che morì a Napoli il 7 febbraio di 202 anni fa.
La confraternita di S. Egidio assicurerà la sua presenza con una guardia d’onore al Santo, munita di labaro e coppia di fanali. La Celebrazione Eucaristica del 6 febbraio, ultimo giorno di novena, sarà presieduta dal delegato arcivescovile per le confraternite, mons. Cosimo Quaranta. La giornata del 7 febbraio, festa di S. Egidio, inizierà con l’Adorazione Eucaristica dalle 9 alle 12; alle 12 in punto si reciterà la Supplica a Sant’Egidio. Alle 13, nel salone parrocchiale, la Confraternita di S. Egidio offrirà il tradizionale pranzo ai poveri provenienti da vari rioni della città. La Celebrazione Eucaristica delle ore 18 sarà presieduta da mons. Alessandro Greco, vicario generale. Seguirà un concerto di chitarra classica diretto dal maestro Pino Forresu con il gruppo ChitarTarentum. La memoria liturgica di quest’anno sarà caratterizzata dall’esecuzione all’organo di un nuovo inno a S. Egidio, scritto per l’occasione dal maestro Michele Dentice su proposta del parroco don Luigi Trivisano.
“E’ stato un uomo semplice e genuino – racconta don Luigi –  che ha osservato rigidamente le regole dell’ordine francescano: povertà, obbedienza, sacrificio ed amore verso il prossimo. La memoria liturgica di S. Egidio, titolare della nostra comunità parrocchiale e compatrono della città di Taranto – continua il parroco – ci offre l’occasione di vivere con amore e semplicità il nostro essere cristiani”.
Ed ecco il programma della parrocchia di San Pasquale iniziato sabato. Oggi, martedì 4 febbraio, “La vocazione religiosa francescana chiamata alla santità”: alle 18,30 Messa con i pellegrini giunti da Squinzano; mercoledì: “Custodi e gelosi del fratello e del creato”: alle 18.30 Messa con i pellegrini giunti da Lizzano; giovedì 6 febbraio: “Al centro dell’attenzione della Chiesa: La Famiglia”: alle 18.30 Messa con i pellegrini di Brindisi e Lecce. Venerdì 7 febbraio, solennità liturgica di Sant’Egidio “Taranto… non solo inquinamento o mancanza di lavoro”: Messe alle 8 -10.30-11.30 S. Rosario e Supplica a Sant’ Egidio. Alle 18.30 Messa Solenne presieduta dal Ministro Provinciale O.F.I. Fra Alfonso Pulimena e annuncio dell’indulgenza plenaria egidiana concessa da Papa Francesco per la chiesa insigne di San Pasquale e per la casa oratorio di S. Egidio.
Sabato 8 febbraio la festa popolare: “Al mattino giro delle bande musicali per le strade del borgo. Sparo di colpi scuri; alle 8 S. Messa; dalle 9,30 alle 12 adorazione, alle 18.30  la messa. A seguire, dalle 19 la processione per le seguenti vie: corso Umberto, via Margherita, via D’Aquino, via Acclavio, via Anfiteatro, via Berardi, piazza Maria Immacolata, via D’Aquino, Ponte Girevole spettacolo di fuochi pirotecnici, benedizione alla Città vecchia, via Matteotti, via Margherita, corso Umberto. Domenica 9 febbraio alle 18,30 Solenne Celebrazione Eucaristica presieduta dall’Arcivescovo di Albania Mons. Angelo Massafra e offerta dell’olio da parte del Comune di Pulsano, nella persona del sindaco Giuseppe Ecclesia. Lunedi 10 e martedì 11 febbraio “Ricordiamo la Madonna di Lourdes”: alle 18 Rosario, litanie, S. Messa, Fiaccolata, Sacramento dell’Unzione.