x

x

Guarda che buca! In città strade gruviera. Le foto

D’accordo, una buona parte sono da addebitare sul conto delle giornate di pioggia insistente che abbiamo vissuto. Tra buche “vecchie” e “nuove”, l’impressione è che l’asfalto si sbricioli come pasta frolla. Più o meno nascoste sotto le pozzanghere, eccole affiorare, di ogni forma e dimensione.

E’ esperienza comune: basta percorrere qualunque strada per imbattersi in vere voragini. Insidia per le auto e per i pedoni che rischiano di essere raggiunti da una ‘pioggia’ (per restare in tema) di ciottoli.

Dalla zona “laghi” (che con lungimiranza si è deciso di battezzare così: nomen omen) alla centrale via Pitagora e dintorni passando per via Principe Amedeo (all’altezza dell’incrocio con via Leonida), la zona Consiglio e via Ancona. E’ tutto un susseguirsi di crateri che aspettano di essere colmati.

Spuntano fuori come le lumache dopo la pioggia. A farne le spese i cerchioni delle macchine, con gli automobilisti che non fanno in tempo ad accorgersi del pericolo intenti a sterzare alla meno peggio per evitare di prendere in pieno il ‘fosso’. Manovre più o meno improvvisate e sicuramente rischiose.

Segnalazioni sono arrivate in redazione da chi, percorrendo viale Ionio, è finito dritto dentro una delle buche. A transennarle tutte si traccerebbe un percorso ad ostacoli. Un tragitto che passa da viale Magna Grecia, corso Italia e che tocca anche il quartiere Tamburi, dove le maggiori difficoltà si sono registrate su via Pascoli. Un bollettino di guerra, quello che restituiscono le giornate di pioggia nella città dei due mari e dei mille laghi che trovano spazio nei crateri, nel bel mezzo del manto stradale ferito in più parti.

Il Comune corre ai ripari. Già da ieri una squadra di tecnici è intervenuta in diverse zone della città dove più forte era il disagio. A seguire gli interventi di “colmatura a freddo” c’era anche l’assessore ai lavori Pubblici Lucio Lonoce: “Ieri siamo intervenuti su tutta via Garibaldi, nella zona della ringhiera, in alcune parti di via Mediterraneo da dove è arrivata la segnalazione di una signora per le buche enormi che si erano aperte sull’asfalto”.

Altri interventi sono stati effettuati su via Magnaghi. Il programma è ripreso stamattina: “Un funzionario dei lavori Pubblici – spiega l’assessore –  sta facendo una ricognizione in tutta la città insieme alla ditta incaricata di colmare le buche”.