x

x

Sequestrata discarica piena di lastre di amianto

CRISPIANO – I carabinieri sequestrano un’area di circa 4mila metri quadrati adibita a discarica di rifiuti speciali e pericolosi.

I militari della Stazione di Crispiano nel pomeriggio di ieri nel corso di un mirato servizio di controllo eseguito nelle campagne della cittadina delle cento masserie finalizzato alla prevenzione dei  furti di attrezzi agricoli e di cavi elettrici nonché  delle violazioni delle normative in materia ambientale, nel percorrere un tratturo sterrato hanno notato in lontananza, del materiale accatastato tra la vegetazione.

Continuando a percorrere quel sentiero, per avvicinarsi alla zona  ed accertarsi di cosa si trattasse,  i carabinieri non riuscivano più a scorgere i  cumuli avvistati poco prima, come se fossero stati inghiotti dal terreno. Infatti hanno percorso a piedi una cinquantina di metri e si sono trovati o di fronte ad un avvallamento, profondo poco più di una decina di metri, disseminato di numerose lastre di eternit, notoriamente  molto pericolose  per la salute poiché contengono  fibre di amianto, materiali inerti da lavorazioni edili, fusti in metallo, manufatti in plastica, che inquinatori dell’ambiente, probabilmente in periodi diversi, avevano smaltito illecitamente in quel terreno, trasformandolo in una vera e propria discarica a cielo aperto.

La vasta area situata nelle campagne crispianesi  è stata sottoposta a sequestro.

I carabinieri hanno subito avviate le procedure previste dalla normativa in materia per la successiva bonifica.