x

x

Controllo antiprostituzione finisce in rissa, cinese in manette

Gli Agenti del Commissariato di Martina Franca hanno tratto in arresto per resistenza e lesioni a pubblico ufficiale Li Xueyan cittadina cinese di 38 anni.

I poliziotti hanno controllato un appartamento nel centro di Martina Franca, nel quale, da alcuni giorni era stato notato uno strano via-vai di uomini che faceva presupporre la presenza di prostitute.

Entrati nello stabile, ed approfittando che la porta dell’appartamento in questione era già aperta, un poliziotto ha chiesto di poter entrare. Ad accogliere l’agente si è presentata una donna di origine asiatica che con modi gentili lo ha invitato ad accomodarsi.

In quel frangente però il poliziotto si è qualificato mostrando il distintivo della Polizia di Stato. Per tutta risposta la donna ha iniziato ad inveire per poi aggredirlo. La violenta condotta della donna cinese non si è placata neanche alla vista degli altri poliziotti intervenuti dopo i primi momenti di tensione.

Solo dopo qualche minuto, nonostante la donna non avesse alcuna intenzione di calmarsi, gli agenti, con l’ausilio di personale femminile giunto sul posto, sono riusciti a bloccare l’esagitata 38enne ed a condurla negli Uffici del Commissariato.

Dopo le formalità di rito, che hanno consentito di accertare la sua regolare presenza sul territorio italiano, la donna è stata arrestata con la concessione dei domiciliari.