x

x

Femminicidio a Manduria, funerali e lutto cittadino

L’ingresso di Manduria

MANDURIA – Funerali e lutto cittadino, ieri, per l’ultimo saluto a Giuseppa Dinoi, la manduriana di 71 anni uccisa dal suo compagno, Pietro Dimitri, 75 anni, nell’appartamento di via Manfredi. Ieri pomeriggio alle 16.30 si sono tenuti i funerali nella chiesa di San Giovanni Bosco. Il rito funebre è stato celebrato da don Dario DeStefano. Per il lutto cittadino proclamato dal sindaco Gregorio Pecoraro, invece, bandiere a mezz’asta, eventi rinviati e serrande abbassate per le attività commerciali durante lo svolgimento delle esequie.

Martedì della scorsa settimana Pietro Dimitri armato di un taglierino ha inferto, come accertato durante l’esame autoptico eseguito dal medico legale Massimo Sarcinella, più di cinquanta fendenti alla donna con particolare accanimento sul collo e il volto. La vittima avrebbe lottato per respingere il suo assassino. Sono, infatti, diverse le ferite cosiddette di difesa che il medico legale ha individuato sulle gambe e sugli avambracci. Dimitri si è poi ferito alle braccia e al collo con l’intenzione di togliersi la vita.