x

x

Domani i funerali di Smiraglia

TARANTO – Potrebbero essere celebrati nella giornata di domani i funerali di Angelo Smiraglia, cinquantenne tarantino, imprenditore edile, che ieri mattina ha perso la vita nello scontro fra la moto che guidava e un fuoristrada, sulla Basentana, all’altezza di Pisticci.
In queste ore si attende che il magistrato dia l’ok per l’ultimo saluto allo sfortunato motociclista.
Il tremendo impatto tra la moto di grossa cilindrata e la jeep, all’altezza dello svincolo per Tinchi – Marconia. Per l’imprenditore tarantino nulla hanno potuto fare i soccorritori del 118.
L’uomo, che partecipava ad un motoraduno e viaggiava in gruppo, è stato sbalzato lontano dal mezzo che si è spezzato in due. La salma è stata trasportata all’obitorio del cimitero di Marconia. Sul posto sono intervenuti anche i carabinieri e la polizia municipale e i mezzi del soccorso stradale.
L’Anas in una nota ha suggerito agli automobilisti di usare massima prudenza sulle arterie stradali per evitare tragedie come quella avvenuta ieri mattina.  Smiraglia, partito da Taranto in mattinata, era in sella a una Yamaha R1. Con lui, altri sei amici, tutti in moto, perchè accomunati dalla stessa passione.
L’uomo era diretto col gruppo verso Potenza quando, improvvisamente, la sua Yamaha si è schiantata contro una Mitstubishi Pajero di colore nero, guidata da un 43enne di Pomarico, in provincia di Matera.
Dai primi accertamenti pare che la Mitsubishi che viaggiava sulla stessa carreggiata della moto, abbia avviato una manovra di svolta a sinistra verso la località di San Vito, dove il conducente della jeep è titolare di un podere.
Alle spalle della Mitstubishi Pajero, è giunta alla Yamaha di Smiraglia che non è riuscita ad evitare l’impatto e si è disintegrata in vari pezzi volati via sulla carreggiata. Il centauro tarantino è morto sul colpo.
Il conducente della fuoristrada, soccorso dal personale del 118, era sotto choc.
Le forze di polzia ora stanno accertando esatta dinamica e responsabilità.