x

x

Un terreno del Comune ridotto a maxi-discarica abusiva

Una mega discarica abusiva a cielo aperto in un’area comunale.

Lo scempio è stato scoperto dagli agenti della Polizia Locale, in contrada Gennarini.  Su disposizione del comandante della Polizia Locale, colonnello Michele Matichecchia, la Squadra ambientale diretta dal capitano Francesco De Cicco e coordinata dal tenente Pietro Milano, stamattina ha eseguito una mirata operazione che ha consentito di  individuare e di sanzionare  pesantemente un camionista che aveva abbandonato rifiuti  nella zona. Il blitz è scattato dopo una serie di appostamenti e al termine di un servizio di pedinamento.

Numerose le segnalazioni riguardanti un autocarro di colore celeste dal quale quotidianamente veniva scaricato materiale edile in un’area di proprietà del Comune che situata nei pressi delle vasche di depurazione di via Aleardo Aleardi. Gli agenti della Polizia Locale stamattina sono entrati in azione e hanno bloccato il conducente del mezzo proprio mentre scaricava i rifiuti dal cassone.

Gli agenti hanno accertato che l’uomo esercitava l’attività di trasporto rifiuti senza essere in possesso della prescritta iscrizione all’albo dei trasportatori, un comportamento sanzionato dagli articoli 212 e 256 del decreto legislativo 152/2006 in materia di tutela ambientale.  L’area comunale è completamente piena di rifiuti di ogni genere tanto da essere utilizzata come discarica a cielo aperto.
L’uomo fermato dalla Polizia Locale oltre all’attività abusiva di trasporto rifiuti circolava con patente scaduta e con l’autocarro privo di copertura assicurativa e della prescritta revisione periodica.

Il mezzo è stato posto sotto sequestro e affidato in custodia alla depositeria  giudiziaria mentre il conducente oltre ad essere segnalato all’autorità giudiziaria è stato multato.  Dovrà pagare 2mila euro per violazione degli articoli 80, 126 e 193 del Codice della strada. Nell’ultimo periodo nel territorio cittadino l’attività di vigilanza della Polizia Locale Ambientale è stata eseguita soprattutto nelle zone ad alto rischio. Numerose le multe elevate per abbandono di materiale edile e di scarti di potatura.