x

x

Settimana Santa, “Città vecchia blindata. Vietate birre e salsicce”

I vigili urbani dichiarano guerra ai fornelletti abusivi tra i vicoli del borgo antico. La Settimana Santa è ormai entrata nel vivo e, come ogni anno, gli abusivi affilano… i coltelli per preparano barbecue e panini.

Da qualche anno a questa parte, infatti, durante il Giovedì Santo, le stradine del centro storico vengono prese d’assalto da venditori d’ogni genere. Armati di congelatori e vasche colme di ghiaccio, per mantenere fresche le bevande, i “chioschetti selvaggi” mettono a dura prova la scalata verso il pendio San Domenico da dove, allo scoccare della mezzanotte, parte la processione dell’Addolarata.

La coltre di fumo, che si alza dalle griglie, però, potrebbe restare solo un lontano ricordo. A lanciare la controffensiva alla brace illegale è il comandante della Polizia locale, Michele Matichecchia.

Giovedì la processione dell’Addolorata nel centro storico; venerdì quella dei Misteri al Borgo. Ha già pensato a tutto?
“Innanzitutto abbiamo predisposto il servizio per il Giovedì Santo. Diciamo che non si discosta molto rispetto agli anni scorsi. Ci saranno, però, ben 10 unità del servizio commerciale”.

Quindi, prima di tutto, contrasto al fenomeno dell’abusivismo…
“Senza tralasciare la viabilità. Non ci scordiamo che in questi giorni la città sarà presa d’assalto da turisti e fedeli provenienti da tutta la provincia. I nostri uomini monitoreranno i punti di maggior afflusso: discesa Vasto, ponte di Pietra, Porta Napoli e, in generale, tutta la Città vecchia. Ovviamente, sotto la lente d’ingrandimento, i problemi connessi all’allestimento di fornelletti e bombole a gas”.

Si tratta di un problema che si ripresenta puntualmente ogni anno e che danneggia soprattutto i titolari di strutture legali.
“Proveremo a porre un freno al fenomeno ma non mi illudo di risolvere ogni criticità. Tutti si lamentano però poi fanno a gara per comprare birre e panino con salsiccia dagli abusivi. Bisogna cambiare il modo di pensare della maggior parte dei tarantini. Gli abusivi ci sono perché c’è richiesta, nonostante le evidenti carenze igienico-sanitarie. Noi facciamo il possibile per contrastare l’illegalità ma chiediamo l’aiuto di tutti”.

Quindi basterebbe non comprare dagli abusivi per debellare il fenomeno?
“Sarebbe necessario un sostegno anche morale. Settimana scorsa, ad esempio, siamo intervenuti al quartiere Tamburi per multare alcuni abusivi. Molti cittadini sono accorsi in loro difesa per bloccare la nostra attività”.

Tra i vostri compiti anche quello di multare gli automobilisti indisciplinati.
“Dopo Pasqua riprenderemo il servizio con il nuovo autovelox e due telelaser. Per quanto riguarda, invece, le auto parcheggiate in doppia fila, abbiamo avuto qualche problema con gli “street control”. Al loro posto utilizzeremo apparecchi simili agli I-Phone che permetteranno di fotografare le auto in doppia fila”.