x

x

Buonasera

Rifiuti speciali nascosti tra ulivi e vigneti. Il video

TARANTO – Sversavano rifiuti tra ulivi e vigneti su un terreno di loro proprietà nelle campagne di Faggiano, nel Tarantino.

Due persone, padre e figlio, sono state denunciati dalla Guardia di Finanza della Sezione Operativa Navale della Guardia di Finanza di Taranto.

Le Fiamme Gialle tarantine nel corso dell’ennesima operazione hanno individuato una vasta area recintata, di 5.300 metri quadrati, colma di rifiuti speciali di varia natura, pericolosi e non, oltre che numerosi cumuli di rifiuti in fiamme e uno scavo profondo ed esteso, contenente sostanze melmose miste ad acqua e altri rifiuti solidi, pronti a essere nascosti mediante interramento.

Nel corso di appostamenti finalizzati ad individuare i responsabili della creazione e gestione della discarica abusiva, i militari hanno fermato un camion munito di gruetta, proprio mentre stava per scaricare su quel terreno circa 36 tonnellate di rifiuti.

Eseguiti gli accertamenti, l'autista del camion, sprovvisto dei previsti formulari di identificazione dei rifiuti, è risultato essere il proprietario del terreno inquinato, mentre il camion utilizzato per l'irregolare trasporto dei rifiuti risultava intestato alla ditta del figlio, esercente l'attività di vendita di legname e di manutenzione di giardini.

Dai primi accertamenti, sono state rilevate sul terreno circa 1.000 tonnellate di rifiuti speciali, tra pericolosi e non pericolosi, alcuni dei quali all'interno di uno scavo profondo, dal quale affiorava della melma verde mista ad acqua, per altro nelle immediate vicinanze di un pozzo, con il rischio di contaminazione della falda acquifera. Per questo motivo è stata attivata l'Arpa per le ulteriori analisi.
I finanzieri hanno sequestrato camion e discarica abusiva, denunciando padre e figlio, che adesso rischiano la reclusione da 2 a 5 anni per la violazione alle disposizioni previste dal Testo Unico sull'ambiente.

Coronavirus, in Puglia meno di 30mila contagiati. Oggi 1.478 casi e 4 decessi

Nelle ultime 24 ore in Puglia sono stati effettuati 13.189 test per l’infezione da Covid-19 coronavirus e sono stati registrati 1.478 casi positivi, così suddivisi: 460 in provincia di Bari, 97 nella provincia BAT, 139 in provincia di Brindisi, 213 in provincia di Foggia, 323 in provincia di Lecce, 228 in provincia di Taranto, 13 […]

Sull’ex Ilva il Governo deve dare prova di responsabilità

L’ennesima manifestazione tenutasi a Taranto lo scorso 22 maggio, contro lo stallo che caratterizza il siderurgico di Acciaierie d’Italia, non può continuare a vedere gli Organi dello Stato distratti ed inconcludenti, atteso che i reiterati interventi dei rappresentanti locali della politica sembrano non incidere né orientare verso decisioni definitive. Si è, infatti, come in un […]

Polo educativo 0-6 anni all’interno del San Cataldo, Fp Cgil sollecita il Comune

Sembra farsi strada la proposta avanzata ormai alcune settimane fa dalla Funzione Pubblica Cgil che aveva chiesto alle istituzioni competenti la realizzazione di un polo educativo 0-6 anni all’interno del futuro Ospedale San Cataldo. Nei giorni scorsi, infatti, si è svolta una riunione con il direttore generale dell’Asl di Taranto, Gregorio Colacicco che ha avuto […]

Zes Jonica, opportunità da non perdere

Con l’attesa bollinatura da parte della Corte dei Conti al Commissario della Zes Jonica, avv Floriana Gallucci, entra finalmente nella piena operatività la governance della Zona economica speciale Jonica. Una grande opportunità per l’intero territorio che il Consorzio Asi di Taranto ha voluto immediatamente cogliere invitando presso la propria sede la neo commissaria per fare […]