x

x

Preso il truffatore dello “specchietto”

Truffa dello specchietto: ha raggirato giovedì mattina, nel giro di poco,  due automobilisti. La polizia è riuscita a bloccare uno degli autori che, a bordo di una Golf Volkswagen di colore bianco metterebbe in atto truffe anche in altre città italiane. Nella tarda mattinata di ieri gli agenti della Squadra Volante hanno denunciato in stato di libertà un 34enne di origine siciliane.

Da alcuni giorni era stata segnalata, nel capoluogo jonico la presenza di alcuni truffatori che con lo stratagemma della rottura dello specchietto retrovisore della propria auto, raggiravano ignari automobilisti chiedendo un immediato risarcimento in contanti. Nella tarda mattinata di ieri, intorno alle 13, nel corso dei normali servizi di controllo un equipaggio della Sezione Volante, perlustrando la zona di Lido Azzurro, nei pressi del campo Rom, ha notato una coppia a bordo di una Golf di colore bianco,  auto segnalata come quella in uso alla “banda dello specchietto”. Gli agenti, hanno provveduto  immediatamente a bloccare i due  per un accurato controllo.

E’ emerso che l’uomo al volante dell’auto, un 34enne originario di Noto, in provincia di Siracusa, era  stato già denunciato dalle forze dell’ordine per lo stesso reato lo scorso febbraio nella provincia di Matera. Considerato i molti elementi che hanno fatto emergere   le responsabilità del fermato in merito alle truffe perpetrate negli ultimi giorni nel capoluogo jonico, i poliziotti hanno deciso di condurre il sospettato negli uffici della questura.

Dagli ulteriori accertamenti e dopo la conferma di un automobilista che era rimasto vittima circa un’ora prima della truffa, il 34enne è stato denunciato in stato di libertà. Per il 34enne è stato proposto alle autorità competenti il foglio di via obbligatorio e  il divieto di d far ritorno a Taranto. La Golf di colore bianco utilizzata per compiere e truffe e la somma di 230 euro, probabile provento dell’attività illecita, sono state sequestrate.