x

x

Ristori covid, il Comune di Taranto stanza 600mila euro

Soldi

“Oltre al rimborso della Tari relativa al 2021, l’amministrazione Melucci ha messo al sicuro ulteriori risorse a favore delle imprese fermate dal Covid, grazie all’impegno della direzione Sviluppo Economico”. È quanto si legge in una nota del Comune di Taranto in cui si ricorda che “si tratta di un contributo erogato a ristoro delle perdite subite in seguito alla chiusura o alla contrazione delle attività disposte dai Dpcm, nel corso del 2021. In totale, sono disponibili 600mila euro”.

«Abbiamo licenziato questo provvedimento in extremis – le parole del primo cittadino Rinaldo Melucci –, garantendo anche questa misura, che servirà a mitigare gli effetti della pandemia sui bilanci delle nostre attività produttive». «Presto saranno comunicate le modalità per accedere al sostegno – ha aggiunto Fabrizio Manzulli, che ha avviato le procedure durante il suo mandato da assessore -, che riguarderà anche le attività oggetto delle disposizioni contenute nelle ordinanze sindacali». La Regione Puglia intanto ha dato attuazione alla circolare del Ministero che porta a 5 mesi il tempo per la terza dose del vaccino anticovid: lo comunicano il presidente Michele Emiliano e il direttore del Dipartimento Salute Vito Montanaro al termine della riunione della Cabina di regia che hanno presieduto ieri pomeriggio. Con le nuove disposizioni è stata aggiornata anche la platea dei cittadini che possono accedere alla terza dose dopo 5