x

x

Ilva, disco verde per il Piano ambientale

“Il parere è stato espresso il 2 maggio, cosí come previsto nell'ultimo vertice a Palazzo Chigi, ma gli uffici, complice anche il ponte festivo, non lo hanno poi trasmesso. Io l'ho saputo solo stamattina”. Così il subcommissario dell’Ilva, Edo Ronchi, ha annunciato l’ok della Corte dei Conti al piano ambientale per il Siderurgico. Un passaggio fondamentale sulla strada del risanamento del gigante dell’acciaio: ma il percorso rimane pieno di ostacoli, e di interrogativi.

Dall’ufficializzazione del piano industriale sul quale chiedere l’aumento di capitale si capirà cosa può accedere. In particolare, cosa faranno i Riva, alla cui porta il commissario Bondi dovrà bussare.

L’aumento di capitale è necessario per consentire di effettuare i lavori di risanamento ambientale, ma anche per far sopravvivere un’azienda in crisi di liquidità. La morte di Emilio Riva ha generato ulteriori dubbi. Che farà la famiglia lombarda? Può essere questo il momento della separazione definitiva tra l’acciaieria più grande d’Europa e la dinasty dell’acciaio, visto anche che il delfino designato di Riva senior, Fabio, è riparato in Inghilterra per sfuggire all’arresto?

Sono poco più di 11.000 i dipendenti Ilva a Taranto, cui bisogna aggiungere quelli di Genova, Novi Ligure e degli altri stabilimenti.