x

x

Comune, Il commissario sì è insediato a Palazzo di Città. “Nostro compito è lasciare i conti in ordine “

Il prefetto Vincenzo Cardellicchio

“Abbiamo cominciato a ragionare sulle questioni più importanti, ci sono molti dossier sulla scrivania. Compito dei commissari è lasciare i conti in ordine ai padroni di casa”.
Lo ha detto il commissario del Comune di Taranto, prefetto Vincenzo Cardellicchio, al suo arrivo a Palazzo di Città, dove gestirà l’amministrazione comunale fino all’elezione del nuovo sindaco dopo la fine anticipata dell’amministrazione Melucci. Con lui i due sub commissari Michele Albertini e Maria Luisa Ruocco.

Quanto al timore che i progetti avviati dall’amministrazione uscente possano subire una frenata, il commissario ha chiarito: “Non esiste alcuna norma che impedisca ai commissari di adottare atti. Con me – ha proseguito – sono funzionari di altissimo livello che sottolineano l’attenzione che il Governo ha riservato a questa città. Taranto merita attenzione per il suo futuro e la Puglia non ha mai vissuto una stagione così brillante come questa”.Infine la questione Ex Ilva: “Pensare che un’amministrazione
locale possa entrare in conflitto con lo Stato significa non conoscere le regole della democrazia. Il Comune è più Stato di qualunque altro. Lo Stato si è preso cura di un problema locale e nazionale. Il commissario farà parte della citta’-Stato di Taranto”.