x

x

L’incanto della processione a mare per San Cataldo

Il passaggio dal canale navigabile salutato dalla tradizionale fiaccolata “a pioggia d’argento” dal castello Aragonese e la benedizione impartita dal vescovo al mare, alle navi e alle barche dei pescatori che con le loro imbarcazioni seguono il corteo. Con la suggestiva processione “a mare” entrano nel vivo i festeggiamenti patronali in onore di San Cataldo.

LA PROCESSIONE A MARE
Quella di oggi è la prima delle processioni di San Cataldo. Ecco il programma: alle 18.45 nella Basilica Cattedrale la consegna della statua al sindaco per i festeggiamenti, secondo la cerimonia de “’u pregge”; alle 19.30 il corteo (attraverso largo Arcivescovado e corso Vittorio Emanuele II) per portare la statua fino alla banchina  del molo Sant’Eligio per l’imbarco su nave Cheradi della Marina militare.

Quindi la processione a mare col passaggio dal canale navigabile (il ponte Girevole viene aperto per l’occasione) e, intorno alle 21,30, lo sbarco alla banchina della discesa Vasto. Quindi il rientro nel Duomo di San Cataldo con la processione per piazza Castello e via Duomo. La polizia municipale raccomanda di prestare attenzione alle prescrizioni indicate dalla segnaletica mobile lungo il percorso interessato dalla processione. Sabato 10 la seconda processione.

IL PALIO DEI RIONI
Oggi è anche il giorno della prima tornata del Palio di Taranto. La competizione remiera più attesa in città parte questa sera alle 19 da Mar Grande, dopo che i vogatori hanno ricevuto il saluto del primo cittadino presso Palazzo di Città e la benedizione dell’Arcivescovo di Taranto mons. Filippo Santoro presso l’arcivescovado.

L’evento è trasmesso in diretta televisiva su Studio100 con copertura regionale, visibile in tutto il mondo in streaming sul sito ufficiale dell’emittente. L’equipaggio che completerà il giro dell’Isola con il miglior tempo si aggiudicherà la prima manche ma non il Palio, che viene assegnato nella seconda e decisiva tornata in programma sabato 7 giugno. Lo scorso anno il Trofeo dei Rioni fu assegnato ex aequo ad Italia Montegranaro e San Vito Lama Carelli. L’edizione 2014 contempla la partecipazione di nuovi giovani atleti che si sono affiancati a più esperti rematori già popolari in questo sport. Ecco i venti protagonisti nel dettaglio: Andrea Di Giacomo – Francesco Adamo (Italia Montegranaro); Gaetano Falcone – Francesco Cortese (Salinella); Giuseppe D’Alba – Giovanni D’Ippolito (Tamburi Croce); Luca Boccasini – Fabio Merico (Solito Corvisea); Antonio Patronelli – Giovanni Patronelli (Tre Carrare Battisti); Cosimo Conte – Marco Mazzei (Borgo); Angelo Conte – Francesco Quintano (San Vito Lama Carelli); Pasquale Moretti – Marco Zito (Paolo VI); Luigi Bianco – Simone D’Amico (Talsano San Donato); Oronzo Fiorino – Tommaso Mottolese (Isola Porta Napoli).

LA DOPPIA FIERA
La fiera di San Cataldo raddoppia. La novità di quest’anno è che ci saranno due aree mercatali: la fiera tradizionale alla discesa Vasto, e il mercato dell’artigianato creativo al Borgo, in piazza Garibaldi. In entrambi i casi saranno allestite le giostre.

I PREMI
Domani mattina Cisl e Adiconsum consegnano il premio “Anello di San Cataldo”. La cerimonia si terrà nella sede di via Regina Elena: l’edizione 2014 è stata assegnata alla Caritas Diocesana di Taranto. Sempre domani, ma alle 20,30 presso palazzo arcivescovile, la consegna dei Cataldus d’argento.