x

x

E’ festa. Ma i ristoranti stanno a guardare

Sulla Rotonda è festa. Ma non per i ristoratori del centro. Tra loro, il signor Enzo che si lamenta del trattamento riservato dal Comune a chi ha un esercizio commerciale e che da questi eventi finisce per non trarre vantaggio.

Ecco spiegato il perchè: “Ho un’attività di pizzeria paninoteca in via Anfiteatro, alle spalle della rotonda del lungomare, dove domenica si è svolta la festa della birra Raffo. Con mio sommo dispiacere, ho notato che sotto proprio la rotonda sono stati collocati, prolungandosi per centinaia di metri, vari camion paninoteche, che facevano addirittura anche frittura di mare; molti di questi camion sono venuti anche da fuori Taranto”.

Fin qui la fotografia della situazione dalla quale scaturisce lo sfogo nei confronti dell’ente civico: “La mia domanda che prego girare al sindaco di Taranto, o a chi per lui, è, se viene permesso ad una ventina di questi camion di sostare ed esercitare attività sotto il palco della manifestazione è logico che noi commercianti fissi di Taranto dobbiamo guardare a questi che lavorano o meglio fanno affari e dobbiamo assistere inermi a tutto questo. Cosa vuole il sindaco da noi? Solo che paghiamo le tasse? Come la spazzatura aumentata ancora una volta dopo che era stata raddoppiata dal dissesto, regalo dell’ex sindaco? Far fare affari a gente di fuori e noi che per mantenere l’attività aperta dobbiamo fare i salti mortali? E cosa fa l’associazione dei commercianti per salvaguardare i propri rappresentati? Eppoi si parla tanto di legalità”.

Uno sfogo in piena regola che fa capire come la città – e il commercio – abbiano una grande fame di iniziative del genere in grado di richiamare tanta gente (e qualche polemica).

E intanto furgoni e venditori spopolano impuniti in via Di Palma e via D’Aquino.