x

x

Pesca con le bombe. Tre finiscono in manette

Pesca  con le bombe: tre arresti eseguiti dalla Capitaneria di Porto.

I militari della Guardia Costiera hanno fermato tre tarantini che stavano pescando in mar Grande con l’utilizzo di esplosivo.  I tre pescatori sono stati sorpresi nel corso di mirati servizi che sono stati disposti dal comando della capitaneria di porto. 

I controlli sono  stati intensificati  dalle motovedette dopo le diverse segnalazioni giunte da cittadini che soprattutto nelle ore notturne sentono esplosioni in mare.

Il terzetto è stato bloccato e condotto negli uffici della guardia costiere dove dopo le formalità di rito sono stati dichiarati in arresto e messi a disposizione dell’autorità giudiziaria.  Pescatori senza scrupoli che con la loro opera distruggono l’ecosistema marino.

I militari della Capitaneria hanno atteso che l’imbarcazione arrivasse in mar Piccolo, per bloccarla. I tre, due dei quali già noti alle forze dell’ordine, devono rispondere di detenzione di materiale eplodente. Durante l’operazione sono stati sequestrate bombe per un peso di tre chilogrammi.