x

x

Picchiato a sangue per strada. Arrestato noto body-guard

Un noto body-guard tarantino, il 41enne Fabrizio Marturano, è stato arrestato dai carabinieri per una brutale aggressione ai danni di un conoscente della ex convivente.

I militari el Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Taranto hanno eseguito all’alba di oggi una ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti dell’ex  addetto alla sicurezza dell’imprenditore D’Addario.

Nel provvedimento emesso dal  gip del Tribunale di Taranto, dott.ssa Valeria Ingenito, su richiesta del sostituto procuratore dott.ssa Daniela Putignano, dopo le  ndagini eseguite dai militari dell’Aliquota Operativa della Compagnia di Taranto, l’accusa di lesioni personali gravissime che Marturano avrebbe commesso nei confronti di un uomo, il 1° febbraio scorso all’interno di un noto bar del capoluogo jonico.

Quel pomeriggio, mentre la vittima della brutale aggressione era in compagnia di una donna (successivamente risultata essere la ex-convivente dell’arrestato), fu avvicinata da Marturano e, senza alcuna spiegazione plausibile, picchiata ferocemente, prima con calci e pugni e successivamente con un oggetto in metallo recuperato all’interno del locale.

L’uomo aggredito, che è residente in una città del centro Italia, fu immediatamente soccorso da personale del 118, che intervenne sul posto con la massima urgenza vista la gravità delle lesioni riportate dal malcapitato, poi giudicate guaribili in cinquanta giorni.

I carabinieri giunti immediatamente sul posto visionarono i filmati della videosorveglianza del bar, identificando, anche attraverso le dichiarazioni rese dalla vittima, la donna che era in compagnia di quest’ultimo e che nel frattempo era stata portata via con la forza dal 41enne .

Per questa ulteriore circostanza al  body guard è stato contestato nella stessa ordinanza anche il reato di violenza privata nei confronti della donna. Sentiti i testimoni, nonché le due vittime, è stato possibile ricostruire l’inquietante episodio e identificare l’autore del pestaggio.

Al termine degli atti, di rito eseguiti al comando provinciale dell’Arma, Fabrizio Marturano è stato accompagnato nel carcere di largo Magli, a disposizione dell’autorità giudiziaria.