x

x

Blocco dei Tir sulla 106, la protesta si allarga

I lavoratori degli Appalti Eni non sono soli. Al loro fianco scendono tutti i lavoratori del settore trasporti di Cgil, Cisl e Uil.

Lo precisano in una nota i responsabili territoriali del settore trasporti delle tre organizzazioni sindacali: «In riferimento al blocco degli autotrasportatori, impegnati negli appalti Eni di Taranto, le organizzazioni sindacali sono state interpellate dai lavoratori preoccupati per il loro futuro. Tra autisti e amministrativi dell'indotto, circa 300 lavoratori hanno chiesto ai sindacati Territoriali il sostegno alle loro posizioni ed anche in presenza di un eventuale passaggio di appalto chiedono che non siano i lavoratori, come spesso accade, a pagare con la perdita del posto di lavoro».

«Cgil, Cisl e Uil – conclude la nota – hanno fatto proprie tali legittime istanze, chiedendo all'Amministrazione Comunale, già parte attiva della vertenza, un incontro urgente con le società interessate allo scopo di evitare riflessi occupazionali negativi. Contestualmente le organizzazioni sindacali proclamano lo stato di agitazione di tutti i lavoratori interessati».