x

x

Studentessa morta per un “selfie”, espiantati gli organi

E' stato eseguito nel reparto di Rianimazione dell'ospedale 'Santissima Annunziata' l'espianto degli organi della sedicenne Isabella Fracchiolla, la studentessa barese morta per le conseguenze di una caduta dal parapetto della Rotonda del lungomare di Taranto lo scorso 6 giugno, mentre faceva un selfie.

Sei gli organi donati a pazienti in attesa di trapianto: il cuore è stato trasferito a un centro ospedaliero di Roma, fegato e reni a Bari, i polmoni a Palermo, il pancreas a Pisa e le cornee a Mestre.

A dare il via libera all'intervento sono stati i genitori della ragazza, con un gesto di amore e estrema generosità, trascorso il tempo di osservazione per l’accertamento della morte cerebrale.

Le equìpes mediche che hanno effettuato il prelievo degli organi, sono state assistite dal Coordinatore per le Donazioni dell'Ospedale e coadiuvate dagli operatori sanitari delle Strutture Complesse del  Presidio Ospedaliero Centrale in collaborazione con la Direzione Medica.

La Direzione Sanitaria dell’ASL/TA «esprime un sentito ringraziamento ai familiari della ragazza che hanno compiuto un grande gesto di solidarietà, oltre che a tutti gli operatori sanitari del Presidio Ospedaliero “S.S. Annunziata”  che hanno consentito un regolare e positivo esito della donazione».