x

x

Vermi sulla paziente al Moscati, ora ci sono 15 indagati

Vermi dalla bocca della paziente durante il ricovero in rianimazione: potrebbero essere 15 gli indagati tra medici e infermieri.

Un atto dovuto della procura tarantina che, dopo aver aperto una inchiesta sull’episodio avvenuto all’ospedale “San Giuseppe Moscati”, per domani ha disposto l’esame autoptico. I vermi recuperati dalla figlia della paziente di 84 anni,  che è poi deceduta, saranno analizzati nel laboratorio della Polizia di Stato.

Secondo il racconto della figlia dell’anziana paziente i piccoli vermi che ha messo in un contenitore sigillato e ha poi consegnato alla polizia, fuoriuscivano dalle labbra semiaperte di sua madre che era intubata e in coma da diversi giorni nel reparto di rianimazione.

La donna, assistita dall’avvocato Maurizio Besio,  ha anche scattato delle foto che documenterebbero l’episodio. Dopo il decesso della paziente su richiesta dei parenti gli agenti della questura si sono recati nel reparto dove hanno identificato il personale di turno.
Il sostituto procuratore Mariano Buccoliero, domani affiderà l’incarico ad un medico legale per l’autopsia. La donna, una 84enne disabile, nella notte tra lunedì e martedì è deceduta nel reparto di rianimazione dell’ospedale “San Giuseppe Moscati”.

Era stata ricoverata a febbraio scorso nel reparto di geriatria dell’ospedale in quanto era affetta da una bronchite.

A marzo era stata trasferita in rianimazione e ieri l’altro qualche ora prima che  morisse, una figlia si è trovata di fronte ad una scena orripilante.

Ha visto fuoriuscire dei vermi dalla bocca della madre li ha subito messi in un contenitore che ha immediatamente consegnato alla polizia. La donna ha presentato anche una denuncia agli agenti della questura.