x

x

«Per gli animali non è affatto una festa se continuiamo a far esplodere i botti»

No ai “botti” di Capodanno

«Spezzo una lancia in favore di quanti esternano l’esigenza di porre fine all’uso dei fuochi di artificio e dei botti di fine anno, per puro divertimento. Il mio invito, rivolto soprattutto alle coscienze, ad evitare questo smoderato svago che molto spesso miete vittime tra noi umani stessi e tra gli animali».

E’ l’appello lanciato da Mino Borraccino, Consigliere del Presidente della Regione Puglia per l’attuazione del Piano Taranto.

«Per gli animali – scrive Borraccino – il capodanno non è affatto una festa ed i dati del WWF lo confermano: ogni anno in Italia migliaia di animali (cani e gatti domestici, fauna selvatica che vive nei boschi e nei parchi cittadini) muoiono a causa dei botti di fine anno. Infatti lo spavento provoca infarti o, molto spesso, fughe irrazionali che vedono finire coinvolti, i nostri amici a quattro zampe, anche in pericolosi incidenti stradali. Pertanto divertiamoci nel rispetto della salute, degli animali, dell’ambiente, degli ecosistemi già troppo stressati da condizioni biologiche estreme».