x

x

Revocati gli arresti per i “funzionari ombra dell’Ilva”

Revocati gli arresti domiciliari nei confronti di Alfredo Ceriani, Giovanni Rebaioli, Agostino Pastorino ed Enrico Bessone.

Sono i quattro funzionari del Siderurgico accusati di aver fatto parte di una 'struttura ombrà che rispondeva direttamente alla famiglia Riva che governava lo stabilimento e che avrebbe contribuito al disastro ambientale di Taranto.

La decisione della rimessione in libertà è del Gup del Tribunale di Taranto Vilma Gilli, titolare del fascicolo legato all'inchiesta sull'Ilva 'Ambiente svendutò.

Per gli imputati (tra le 49 persone fisiche, oltre a tre società che rischiano il processo), è stato disposto l'obbligo di dimora. Gli ex fiduciari dell'Ilva, difesi dagli avvocati Egidio Albanese, Franz Pesare e Luca Sirotti, furono arrestati il 6 settembre 2013 e successivamente ottennero i domiciliari su disposizione del Tribunale del riesame, che annullò contestualmente la misura cautelare (domiciliari) nei confronti di Lanfranco Legnani, indicato come 'direttore ombrà dello stabilimento siderurgico.